Covid e Decreto Natale: pranzi e cenoni con amici e parenti, come?

Decreto Natale, il premier Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Decreto Legge che contiene le nuove misure restrittive adottate dal governo per il prossimo Natale e Capodanno. Come ci si dovrà comportare in merito ai pranzi e ai cenoni? Cerchiamo di fare chiarezza.

Pranzi e cenoni a Natale e Capodanno: le raccomandazioni del governo

Per quanto riguarda le persone con cui si potrà trascorrere il Natale, naturalmente, non è possibile imporre divieti. La raccomandazione del governo è quella di trascorrere le festività natalizie con le persone conviventi.

Per quanto riguarda i parenti, la raccomandazione è quella di ricevere solamente due persone estranee al nucleo familiare. Le due persone, naturalmente, potranno essere anche due amici. Le due persone potranno essere invitate con i figli? I minori di 14 anni non vengono considerati, pertanto potranno aggiungersi alle due persone, al contrario dei maggiori di anni 14 che, invece, andranno considerati. 

Natale, massimo 4 persone a tavola

Per quanto concerne le feste in casa, la raccomandazione è quella di usare la mascherina quando non si sta a tavola e di rispettare il distanziamento sia durante il cenone, sia negli altri momenti. Valgono, naturalmente, sempre le raccomandazioni in merito al lavaggio frequente delle mani e l’utilizzo del disinfettante. Posate, piatti e bicchieri non dovranno essere assolutamente scambiati. 

In merito alle persone anziane, gli scienziati raccomandano la massima precauzione. Per i pranzi e le cene, le raccomandazioni sono attinenti alle regole imposte ai ristoranti, ovvero un massimo di 4 persone a tavola esclusi i conviventi. Quando è possibile, viene consigliato di mangiare in tavole separate proprio per evitare di stare a stretto contatto.

Per il Capodanno, sono valide le stesse regole previste per il Natale, considerando che nelle abitazioni private non è possibile imporre divieti. La raccomandazione è quella di passare l’ultimo giorno dell’anno con le persone conviventi. Sarà possibile invitare due persone non conviventi con figli minori di 14 anni.

Le feste, naturalmente, sono vietate: e i botti di Capodanno? Non sono stati disposti particolari divieti, ma è comunque vietato creare assembramenti. Non si potrà, comunque, festeggiare Capodanno all’aperto in quanto il giorno 31 è un giorno rosso e pertanto sono vietate le uscite se non per ‘comprovate esigenze’. A Natale e Capodanno, infine, sarà in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5.