Nuovo DL Natale, novità sugli spostamenti: tutto quello che c'è da sapere
Nuovo DL Natale, novità sugli spostamenti: tutto quello che c'è da sapere

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Decreto Legge N. 172 che contiene le nuove misure restrittive adottate dal governo per il prossimo Natale e Capodanno. Quali sono le novità introdotte in merito agli spostamenti? Cerchiamo di fare chiarezza.

Spostamenti a Natale, come? Ecco le novità contenute nel nuovo Decreto

L’Italia, come è noto, sarà considerata ‘zona rossa’ dal 24 dicembre al 6 gennaio, nei giorni festivi e prefestivi mentre nei giorni feriali tra Natale e Capodanno (ovvero il 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio) sarà considerata ‘zona arancione’.

Si potrà andare a pranzo dai parenti?

Sarà possibile spostarsi nei giorni considerati in zona rossa solo per comprovate esigenze di lavoro, necessità e salute e muniti, quindi, di autocertificazione. Dunque, non si potrà andare a pranzo dai parenti? A questo proposito, il governo ha previsto delle deroghe per i giorni ‘rossi’ ovvero: ci si potrà recare presso un’altra abitazione privata ma ‘nei limiti di due persone‘. Se le persone che escono sono già due, potranno comunque portare con loro i figli minori di anni 14. Se un figlio ha superato i 14 anni, potrà essere accompagnato da un solo genitore. Le persone disabili e ‘non autosufficienti conviventi’ possono aggiungersi al numero massimo di due. 

Si potrà andare a pranzo da un parente e a cena da un altro? No, non sarà possibile in quanto il governo ha disposto il possibile spostamento ‘una sola volta al giorno’ e ‘verso una sola abitazione ubicata nella medesima regione’. 

Spostamenti nei giorni ‘rossi’ e ‘arancioni’

Per quanto riguarda, invece, i giorni feriali, ovvero i giorni ‘arancioni’ gli spostamenti saranno consentiti secondo le norme previste per le zone arancioni ovvero solo all’interno del proprio comune. Sarà, dunque, vietato spostarsi in altre regioni e da un comune all’altro. Sarà vietato spostarsi da un comune all’altro il 25, 26 dicembre e il 1°gennaio fatta eccezione per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, o salute. Chi risiede in un piccolo comune potrà andare a trovare i parenti nei comuni vicini? Saranno permessi gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti il 28, 29, 30 dicembre e il 4 gennaio ma si dovrà percorrere una distanza ‘non superiore a 30 chilometri dai relativi comuni’. Sarà, comunque, vietato recarsi nel capoluogo di provincia. Infine, è sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.