Scuola, il CSPI scrive al ministro Azzolina
Scuola, il CSPI scrive al ministro Azzolina

Il CSPI (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione) scrive una lettera di fine mandato alla ministra Azzolina. Nel documento, evidenzia le criticità che hanno caratterizzato questo periodo, ma esprime l’augurio per una positiva ripresa delle lezioni in presenza.

La lettera del CSPI ad Azzolina

Di seguito alcuni passaggi della lettera che il CSPI ha scritto al ministro Lucia Azzolina:

Le difficoltà del momento hanno acuito e reso ancora più plateali le criticità e le carenze già presenti nel nostro sistema scolastico. Sono emersi i danni e le conseguenze di politiche scolastiche che hanno portato a interventi giustapposti, raramente inseriti in una visione chiara e progettuale, con investimenti poco coordinati e non all’altezza delle esigenze di uno sviluppo sistematico“.

A partire dalla mancanza di sicurezza delle strutture edilizie e dall’inadeguatezza delle soluzioni architettoniche, da organici di tutti i profili professionali inadeguati alle necessità formative degli studenti e alle esigenze organizzative delle scuole, dall’insufficiente supporto alla diffusione di una didattica innovativa e di qualità, dalla limitata formazione del personale, dalla carenza di strumentazione tecnologica”.

Il testo della lettera in pdf

Potete leggere il testo completo della lettera del CSPI dal pdf qui in basso.