Decreto Covid dal 15 gennaio: cosa cambierà?
Decreto Covid dal 15 gennaio: cosa cambierà?

In arrivo un nuovo decreto del Governo, con regole che saranno valide dal 15 gennaio, data di scadenza di quello attualmente in vigore. Lo strumento legislativo da utilizzare (se DPCM o altro genere di decreto) verrà deciso dopo il contenuto dei provvedimenti. Quali misure sono previste?

Decreto anti Covid dal 15/1, modifica parametri Rt

Tra le probabili misure che il nuovo decreto anti Covid dovrebbe contenere, le novità principali potrebbero essere due. La prima è la modifica del parametro dell’indice di contagio.

Dovrebbero entrare in zona arancione, le regioni con Rt uguale a 1 solo se “nel territorio si manifesta un’incidenza dei contagi superiore a 50 casi ogni 100mila abitanti”. Questo impedirebbe di entrare in zona arancione a causa di singolo episodio di aumento dell’Rt.

La quota di Rt per entrare in zona rossa sarebbe il superamento dello 1,25 (con clausola dell’incidenza dei contagi). 

In arrivo zona bianca?

Un’altra delle possibili novità del prossimo decreto, secondo Il Messaggero, potrebbe essere l’esordio della zona bianca, proposta dal ministro Franceschini. Se ne parla da giorni, ma si sa poco sulle regole che dovrebbe contenere. Le indiscrezioni parlano di:  

  • nessun coprifuoco dalle 22 alle 5;
  • bar e ristoranti e locali pubblici aperti, senza limitazioni;
  • riapertura, con regole e limitazioni da definire, di palestre e piscine;
  • riapertura, con regole e limitazioni da definire, di musei, mostre, teatri, cinema e sale da concerto.

Quale Rt occorrerebbe per entrare in zona bianca? Considerati i nuovi parametri, si può immaginare (ipotesi) un Rt che non superi lo 0,50. Ma al momento, nessuna regione d’Italia raggiunge questo traguardo. Nel frattempo, si discute anche la proroga dello stato di emergenza.