Piani di dimensionamento scolastico 2021/22 in pubblicazione: elenco Regioni (in aggiornamento)
Piani di dimensionamento scolastico 2021/22 in pubblicazione: elenco Regioni (in aggiornamento)

Riapertura scuole, il governo ha deciso per un mini rinvio del rientro in classe delle scuole superiori all’11 gennaio, ma la maggioranza delle Regioni hanno emesso Ordinanze con diverse disposizioni. Vediamo qual è la situazione nelle diverse Regioni aggiornata a domenica 10 gennaio 2021.

Riapertura scuola, la situazione nelle diverse Regioni aggiornata al 10 gennaio

Veneto e Friuli Venezia Giulia

Il presidente Luca Zaia, ha firmato un’ordinanza che conferma la didattica a distanza fino al 31 gennaio, proprio come nel vicino Friuli Venezia Giulia guidato dall’altro governatore leghista Massimiliano Fedriga

Campania

Il presidente Vincenzo De Luca conferma la sua linea per una ripartenza graduale. Dall’11 gennaio ripartono dalla didattica in presenza solo gli alunni della materna e delle prime due classi della primaria; dal 18, se i dati lo permetteranno, sarà la volta delle altri classi della primaria e poi, solo dal 25, la secondaria di primo e secondo grado.

Puglia

Il presidente Michele Emiliano ha firmato un’Ordinanza secondo la quale “In Puglia le scuole di ogni ordine e  grado, dalle primarie alle superiori, saranno in Ddi, Didattica digitale integrata, sino a venerdì 15 gennaio 2021”.

Marche 

Il Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli ha firmato un’Ordinanza per la prosecuzione, sino al 31 gennaio, della didattica a distanza al 100% nelle scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie.

Calabria

Il presidente della Calabria, Nino Spirlì, ha firmato un’Ordinanza che dispone la sospensione delle attività didattiche in presenza per le scuole superiori dal 7 al 31 gennaio. Per la scuola primaria e le medie, la sospensione è stata prevista fino al 15 gennaio. Tuttavia, il Tar Calabria ha accolto il ricorso presentato da alcuni genitori contro la suddetta ordinanza. In ogni caso, il Tar ha limitato la sospensiva alle scuole primarie e alle secondarie di primo grado: per le secondarie di secondo grado, la decisione è stata posticipata.

Piemonte

Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha firmato una Ordinanza che conferma il ritorno in classe in presenza dal 7 gennaio per le scuole primarie e le secondarie di primo grado oltre al mantenimento della didattica a distanza al 100% per le scuole superiori fino al 16 gennaio (eccezion fatta per gli studenti con esigenze speciali e attività di laboratorio). Il ritorno in classe in presenza è previsto a partire dal 18 gennaio, sempre compatibilmente con l’andamento dell’epidemia.

Liguria

Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, ha firmato un’ordinanza, secondo la quale, per non peggiorare una situazione ancora instabile sulla diffusione del Covid-19, uniformandoci alle Regioni vicine, abbiamo deciso che da lunedì 11, e per una settimana, gli studenti delle scuole superiori non rientreranno in aula e proseguiranno con la didattica a distanza”.

Sardegna

Il presidente della Regione, Solinas, ha firmato un’ordinanza secondo la quale si è deciso per il rinvio del ritorno in classe degli studenti delle scuole superiori a lunedì 1 febbraio.

Abruzzo

In Abruzzo, gli studenti delle superiori torneranno in classe l’11 gennaio, al 50% in presenza, e con ingressi scaglionati.

Basilicata

Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha firmato un’ordinanza che prevede la prosecuzione della didattica a distanza per le scuole superiori fino al 30 gennaio.

Lazio

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha deciso di posticipare al 18 Gennaio l’apertura in presenza delle scuole superiori.

Lombardia

La Regione Lombardia ha predisposto l’Ordinanza N. 676 dell’8 gennaio che prevede dall’11 al 24 gennaio 2021 la didattica a distanza al 100% per le scuole secondarie di secondo grado e le istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado (IeFP).

Sicilia

La Regione Sicilia ha sospeso, tramite Ordinanza, le attività didattiche in presenza per gli istituti scolastici superiori fino al 30 gennaio: didattica a distanza dall’11 al 16 gennaio anche per le scuole primarie e secondarie di primo grado.

Toscana

La Regione Toscana ha confermato il rientro in classe degli studenti delle scuole superiori dall’11 gennaio, al 50 per cento, come da disposizioni del governo.

Valle D’Aosta

Le scuole superiori torneranno in presenza dall’11 gennaio. Le scuole dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione sono rientrate in presenza il 7 gennaio.

Molise

L’ordinanza N. 3 del 6 gennaio firmata dal presidente della Regione Molise, Donato Toma ha predisposto il rinvio delle lezioni in presenza anche per gli studenti delle secondarie di secondo grado. Dall’11 gennaio al 17 gennaio 2021 le disposizioni indicate all’art. 1, commi 1 e 2 dell’ordinanza N. 51 del 7 dicembre 2020 si applicano anche all’attività didattica relativa alle istituzioni scolastiche secondarie di II grado operanti sull’intero territorio regionale. Le scuole superiori proseguono, dunque, la didattica a distanza fino al 17 gennaio.

Umbria

La Regione Umbria ha deciso la didattica ‘esclusivamente a distanza’ fino al 23 gennaio nelle scuole superiori.

Emilia Romagna

La Regione Emilia Romagna ha disposto il rinvio al prossimo 25 gennaio del ritorno alle lezioni in presenza al 50% nelle scuole superiori. Fino al 24 gennaio, quindi, resteranno aperte, in presenza, scuole materne, elementari e medie, mentre alle superiori le lezioni proseguono al 100% con la didattica a distanza.