Concorso straordinario, Ordinanza Cautelare Tar Lazio su prove suppletive

Concorso straordinario, il TAR del Lazio sezione Terza bis si è pronunciato ieri in merito al ricorso presentato dall’Ufficio Legale della Flc-Cgil, in rappresentanza di alcuni docenti che non hanno potuto prendere parte alla prova scritta relativa al concorso straordinario in quanto sottoposti a misure sanitarie di prevenzione per l’emergenza da Covid-19.

Concorso straordinario, Ordinanza Cautelare del TAR del Lazio

Come riporta una nota informativa pubblicata dallo stesso sindacato, il Giudice amministrativo ha accolto il ricorso, condannando oltre modo il ‘Ministero dell’Istruzione a prevedere una sessione suppletiva per tutti i ricorrenti che, avendo presentato la domanda di partecipazione al concorso, non hanno potuto partecipare alla prova scritta in quanto sottoposti a misure sanitarie di prevenzione per l’emergenza da Covid 19.
Si provvederà a notificare la decisione del TAR Lazio al Ministero affinché provveda ad assumere tutti i provvedimenti necessari per ottemperare alla decisione del giudice.’

Diritto di partecipazione alle prove suppletive del concorso straordinario

La sentenza del TAR del Lazio, come sottolinea Flc-Cgil, ha, in pratica, confermato l’errore di non prevedere prove suppletive del concorso straordinario per quei docenti che, non per scelta, ma per motivi oggettivi, sono stati esclusi dalla procedura. 
In attesa dell’udienza pubblica del 14 dicembre 2021 per la trattazione nel merito della controversia, il TAR ha accolto l’istanza cautelare e ha disposto l’effettuazione di prove suppletive nei termini che l’Amministrazione indicherà ai ricorrenti.

Qui sotto potrete consultare il testo integrale dell’Ordinanza Cautelare emessa dal TAR del Lazio sulle prove suppletive del concorso straordinario.