Bonus bebé 2021 al via, nuovo messaggio INPS: come e quando fare domanda

Bonus Inps Iscro, nella Legge di Bilancio 2021 è stato inserito un contributo semestrale a favore dei lavoratori autonomi con partita Iva che registrano un calo di reddito di almeno il 50 per cento nell’anno precedente rispetto alla media dei redditi 2017-2019. Il bonus Inps Iscro è stato introdotto in via sperimentale fino al 2023: l’Inps si occuperà della sua erogazione ai beneficiari. Vediamo i requisiti richiesti per l’ottenimento del bonus e le modalità per presentare la domanda.

Bonus Inps Iscro, cos’è e a chi spetta: requisiti

Il bonus Inps Iscro può essere richiesto dai lavoratori autonomi oppure da coloro che risultano avere un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa e che risultano iscritti alla gestione separata dell’Inps.
Occorre, inoltre, essere in possesso di regolare partita Iva almeno da 4 anni, non essere né pensionati né coperti da altra tipologia di previdenza, oltre, come detto poc’anzi, all’iscrizione alla gestione separata dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

Giova sottolineare che l’Iscro non risulta compatibile col reddito di cittadinanza. Non potranno beneficiare del bonus nemmeno i lavoratori che, pur effettuando un’attività che rientra nel lavoro autonomo, risultano comunque essere iscritti a uno degli ordini professionali disponibili.
Con la compilazione della domanda, il richiedente accetta la partecipazione ad alcuni corsi professionali di formazione, gestiti dall’Anpal, Agenzia nazionale politiche attive del lavoro, che è necessario seguire obbligatoriamente per non perdere il contributo stesso.

Tra i requisiti, inoltre, ci dev’essere un reddito registrato nell’anno precedente che deve essere inferiore al 50% della media dei redditi dei tre ulteriori anni precedenti e non superiore a 8.145 euro (rivalutati nel tempo).
Per il 2021, in buona sostanza, occorrerà tener conto del reddito 2020, che dovrà essere meno del 50% della media di quelli del triennio che va dal 2017 al 2019.

A chi deve essere presentata la domanda per il bonus Inps Iscro e calcolo importo

Il comma 391 dell’articolo 1 della legge di Bilancio 2021 ha indicato le modalità di calcolo del bonus: si tratta del 25%, su base semestrale, dell’ultimo reddito certificato dall’Agenzia delle Entrate, ed è erogato per sei mesi.
Il bonus Inps Iscro dovrà essere chiesto dal lavoratore autonomo all’Inps, autocertificando i redditi: l’Agenzia delle Entrate provvederà alle opportune verifiche.
La domanda deve essere inoltrata entro il 31 ottobre di ogni anno, ma una volta sola nel triennio, e l’indennità viene erogata dall’Istituto fino a esaurimento della copertura finanziaria prevista (sono 70,4 milioni di euro per il 2021).