pensioni marzo 2021
Pensioni marzo 2021: quando avverrà il ritiro in Posta

Con la proroga dello stato di emergenza fino al 30 aprile è possibile che anche per le pensioni marzo 2021 sia in arrivo il pagamento anticipato. Ecco le ultime notizie a riguardo.

Pensioni marzo 2021: le ultime notizie

Attualmente non sono ancora arrivate comunicazioni ufficiali. Tuttavia, le probabilità che anche per il mese di marzo il pagamento delle pensioni avvenga in anticipo sono alte.

Con la proroga dello stato di emergenza fino al prossimo 30 aprile è, infatti, possibile che il ritiro delle pensioni in Posta abbia luogo secondo le modalità degli ultimi mesi.

I pensionati potranno, quindi, recarsi presso gli uffici postali in ordine alfabetico in base ad un calendario prestabilito.

È verosimile ipotizzare che il ritiro avvenga a partire da lunedì 22 fino a sabato 27 febbraio. Al momento, però, siamo ancora in attesa di una conferma definitiva.

Per quanto riguarda, invece, il ritiro della pensione in banca bisognerà attendere lunedì 1° marzo.

L’assegno di marzo sarà più basso?

Come già avvenuto per febbraio, anche a marzo 2021 l’assegno pensionistico potrebbe essere più basso.

Il mese prossimo, infatti, potrebbero intervenire sull’importo percepito dai pensionati due varianti:

  • il prelievo fiscale (trattenute IRPEF + addizionali regionali e addizionali comunali del 2020);
  • il ricalcolo IRPEF per l’anno 2020.

Bisogna, però, tenere a mente che sono interessati alla seconda variante solo i pensionati che hanno percepito altre fonti di reddito soggette a tassazione oltre al reddito pensione.

Si ricorda che nel cedolino di marzo confluiranno, infine, anche  i rimborsi di eventuali crediti di imposte dell’anno precedente.