riforma pensioni
Pensioni: notizie aggiornate al 18/02

Riforma pensioni: quali sono tutte le opzioni al momento in gioco con il nuovo Governo Draghi? Ecco tutte le notizie aggiornate al 18 febbraio 2021.

Riforma pensioni: la situazione attuale

Votata la fiducia al nuovo Governo Draghi, si potrà finalmente cominciare a sciogliere alcune spinose questioni, tra cui anche la riforma del sistema previdenziale.

Stando alle ultime notizie, l’addio a Quota 100 si fa praticamente ufficiale. Pertanto, pare proprio che la misura di anticipo pensionistico terminerà il 31 dicembre di quest’anno.

Al momento, le alternative a Quota 100 sono molteplici, alcune delle quali fanno parte dell’eredità lasciata dal Governo Conte bis.

Ai ministri del Lavoro e dell’Economia Andrea Orlando e Daniele Franco non resta, quindi, che mettersi a lavoro per cercare di trovare una soluzione alla minaccia dello scalone di 5 anni.

Le proposte in gioco

Come anticipato, sono attualmente molteplici le proposte sul tavolo sul fronte pensioni.

Se da un lato alcune di queste sono ipotesi già prese al vaglio dal precedente Governo, dall’altro non mancano proposte del tutto nuove.

Tra queste le più accreditate sono:

  • Quota 100 solo per chi ha 41 o 42 anni di contributi: benché sia meno plausibile, questa proposta andrebbe incontro a chi ha cominciato molto presto a lavorare. Tuttavia il Governo sembra piuttosto reticente in merito;
  • Quota 102 e agevolazioni per i lavoratori gravosi: con questa ipotesi si passerebbe ad una soglia dell’età pensionabile di 64 anni con almeno 38 di contributi con penalizzazioni sull’assegno, meno che per i lavoratori gravosi;
  • modifica del montante contributivo: si tratterebbe di un vero e proprio ricalcolo fatto in proporzione al rapporto tra il coefficiente della pensione a 67 anni ed il coefficiente di uscita a 63 o 64 anni.