Stipendi, RPD ai supplenti brevi: nuova sentenza del 17 marzo
Stipendi, RPD ai supplenti brevi: nuova sentenza del 17 marzo

L’errato punteggio attribuito in GPS (Graduatorie Provinciali delle Supplenze) ad un docente può essere corretto. Dopo la vittoria della UIL scuola, ne arriva una targata FLC CGIL.

I punteggi errati delle GPS possono essere corretti

I docenti precari danneggiati dal meccanismo perverso dell’aggiornamento delle GPS (graduatorie provinciali per le supplenze) possono avere giustizia. La FLC CGIL vince in tribunale con il ricorso di un docente che si era visto negare il riconoscimento del punteggio faticosamente messo insieme negli anni e che gli avrebbe permesso di avere una supplenza annuale.

Dopo aver compilato la domanda online sulla piattaforma, il docente in questione aveva ricevuto dal MI il messaggio che la domanda era andata a buon fine ed era venuto a conoscenza che non aveva il punteggio dovuto. La correzione non era più permessa.

Ma in tribunale, ha vinto il ricorso.

La sentenza sul punteggio GPS

Il Tribunale Ordinario di Pistoia ha stabilito il diritto al riconoscimento del punteggio ed ha ordinato la correzione del punteggio in GPS.