Bonus 2021, ecco quali si possono richiedere anche senza Isee

Bonus 2021, forse non tutti sanno che è possibile ottenere degli aiuti economici e delle agevolazioni anche senza essere in possesso della dichiarazione Isee. Vediamo quali tipi di bonus è possibile richiedere.

Bonus 2021, alcuni si possono richiedere anche senza presentare la dichiarazione Isee

Bonus asili nido

Il bonus asili nido è un’agevolazione economica erogata dall’Inps che serve per pagare le rette degli asili nido, pubblici e privati, e l’assistenza domiciliare per i bambini affetti da gravi patologie, con un’età inferiore ai 3 anni. Per ottenere il bonus asili nido, non è necessario presentare il modello Isee. È opportuno precisare, però, che se non si presenta l’Isee si potrà beneficiare dell’importo minimo previsto dall’agevolazione, vale a dire 1500 euro. Se, invece, si presenta l’Isee, è possibile beneficiare di importi più consistenti (esempio: per le famiglie con Isee inferiore ai 25mila euro annui spettano 3.000 euro di bonus).

Bonus bebé

Il bonus bebé è un assegno che viene erogato mensilmente per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo sino al primo anno di età del bambino o sino al primo anno di ingresso nella famiglia. Come per il bonus asili nido, non è necessario presentare la dichiarazione Isee anche se gli importi saranno inferiori: senza l’Isee, l’importo sarà quello minimo di 80 euro al mese (960 euro all’anno). Presentando l’Isee, invece, l’importo sale (esempio: 120 euro al mese per chi ha redditi tra 7.001 e 40.000 euro e 160 euro al mese per i redditi pari o inferiori a 7.000 euro).

Bonus Mamma domani

Il bonus “mamma domani” è un premio pari a 800 euro: il premio viene riconosciuto senza limiti di reddito. È stato confermato anche per il 2021, in attesa dell’arrivo del previsto assegno unico: bisogna presentare domanda all’Inps, Si tratta di un bonus non legato al reddito, né, quindi, alla presentazione dell’Isee.

Il bonus mamma viene erogato alla madre al verificarsi di uno dei seguenti eventi:

  • compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo mese di gravidanza);
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza;
  • adozione nazionale o internazionale di un minore;
  • affidamento preadottivo nazionale o internazionale di un minore.

Bonus Cashback

Il bonus cashback è il nuovo piano messo a punto dal governo attraverso il quale i soggetti che effettuano pagamenti con strumenti elettronici potranno beneficiare di un rimborso parziale della cifra spesa. Non serve l’Isee, basta registrarsi all’App Io della Pubblica Amministrazione. Per poter beneficiare di tale rimborso (importo massimo 150 euro), occorrerà effettuare almeno 50 transazioni dal 1° gennaio fino al 30 giugno. La stessa regola sarà valida anche per il successivo semestre.