Bonus Inps da 2400 euro, in arrivo il pagamento: a chi spetta

Bonus bebè 2021, nuovo messaggio Inps del 3 marzo 2021 avente come oggetto: ‘Rilascio della procedura di acquisizione delle domande di assegno di natalità (c.d. bonus bebè) per nascite, adozioni o affidamenti preadottivi dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021. Istruzioni contabili. Variazione al piano dei conti’.

Bonus Bebé 2021, nuovo messaggio Inps del 3 marzo

L’Inps, dunque, ha comunicato che la procedura per presentare la domanda di assegno di natalità (cosiddetto Bonus Bebè) per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021, è online.

La domanda di assegno – come si legge dal messaggio Inps – deve essere inoltrata dagli aventi diritto esclusivamente in via telematica e, di norma, una sola volta per ciascun figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo (nell’ipotesi di nascite gemellari o adozioni plurime, ossia avvenute contestualmente, sarà necessario presentare un’autonoma domanda per ogni figlio nato o adottato), tramite i seguenti canali: 

  • portale web, utilizzando gli appositi servizi raggiungibili direttamente dalla home page del sito www.inps.it., se si è in possesso del codice PIN rilasciato dall’Istituto oppure di SPID di livello 2 o superiore o una Carta di identità elettronica 3.0 (CIE), o una Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Si ricorda che a decorrere dal 1° ottobre 2020 l’Istituto non rilascia più nuovi PIN; 
  • contact center integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori); 
  • patronati, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

Come e quando fare domanda

La domanda deve essere presentata tramite il servizio online entro 90 giorni dall’evento (nascita, adozione oppure affidamento). Per gli eventi già avvenuti dal 1° gennaio 2021, i 90 giorni decorrono dalla data di pubblicazione del messaggio.
La scadenza di presentazione della domanda è la fine del mese precedente a quello di compimento del primo anno di vita del bambino o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare. L’assegno di natalità, in questo caso, decorre dal mese di presentazione della domanda e comprende le sole mensilità residue fino al compimento di un anno dall’evento.

Qui sotto potrete trovare il testo integrale del messaggio Inps.