Congedo parentale Covid, novità nel decreto Sostegno: ecco a chi spetta
Congedo parentale Covid, novità nel decreto Sostegno: ecco a chi spetta

Nuovo congedo parentale Covid, la ministra della Famiglia, Elena Bonetti, ha annunciato il suo inserimento nel prossimo decreto Sostegno. Si tratta di una misura che avrà come obiettivo quello di sostenere le famiglie con figli che non possono andare a scuola. Vediamo come funziona e chi potrà richiederlo.

Nuovo congedo parentale Covid, novità nel decreto Ristoro

Il nuovo congedo parentale Covid potrà essere richiesto dai lavoratori dipendenti, sia pubblici che privati, con figli minori di 16 anni (nella prima fase della pandemia il limite era stato fissato a 14). L’indennità potrà essere percepita solo da un genitore alla volta, quindi non tutti e due il medesimo giorno: la retribuzione prevede una riduzione del 50% dello stipendio. Come sottolinea il portale ‘Fan Page’, bisognerà vedere se il congedo parentale sarà valido per chi lavora in smart working: per chi ha figli con età maggiore di 16 anni si potrà richiedere lo stesso, ma con stipendio azzerato.

Ministra Bonetti su congedo straordinario Covid

In un’intervista rilasciata a Radio Capital, la ministra Bonetti ha dichiarato, a proposito del congedo parentale: ‘La misura è retroattiva perché le altre erano scadute a dicembre. Prevede congedi straordinari Covid retribuiti almeno fino al 50% estesi fino ai figli minori di 16 anni, diritto allo smart working, sostegni economici come il voucher babysitter per i lavoratori autonomi e le partite Iva.’

‘Gli strumenti che dobbiamo impiegare sono vari – ha ribadito il premier Draghi nel videomessaggio di ieri – Penso tra gli altri ai congedi parentali, penso al numero dei posti negli asili nido che ci vede inferiori agli obiettivi europei, e sulla loro distribuzione territoriale che va resa ben più equa di quanto non sia oggi’.