Galli: 'Inopportuno riaprire le scuole, ecco la proposta che mi sentirei di fare'

Vaccino AstraZeneca, mentre in diversi Paesi è stata sospesa la somministrazione del siero (Italia compresa), si continua a discutere su quanto accaduto nei giorni scorsi, in particolar modo sui diversi casi di morte sospette. Anche il professor Massimo Galli, direttore del reparto malattie infettive dell’Ospedale ‘Sacco’ di Milano è intervenuto nella questione.

Galli su vaccino AstraZeneca: ‘Il punto è non mortificare i vaccini che abbiamo’

Galli, nel corso del talk online ‘Strategia per la riforma del sistema e vincere la pandemia’, ha dichiarato che “il punto è non mortificare i vaccini che abbiamo, con prese di posizioni che rispetteranno sì il cosiddetto principio di precauzione ma che francamente considerando anche una serie di precedenti, finiscono per  disamorare una parte della popolazione, di sfiduciarla nei confronti di uno dei vaccini su cui, ci piaccia o non ci piaccia, è fondata gran parte della nostra prossima strategia vaccinale’. 

Il noto virologo ha aggiunto: ‘Ricordo con orrore quando nel 2014 fu ritirato un lotto di vaccino anti influenzale che portò al minimo storico di vaccinati, con più morti per le conseguenze dell’influenza. Determinate lezioni credo che vadano imparate” ha concluso Galli sottolineando tutti i suoi timori per le conseguenze di certe decisioni.