Domande Ristori, ecco le date: come funziona, tempistiche e scadenze

Decreto Sostegni, come riporta il quotidiano ‘Il Sole 24 Ore’ di mercoledì 24 marzo 2021, l’Agenzia delle Entrate ha provveduto ad avviare la macchina organizzativa riguardante l’inoltro delle domande per i ristori. Vediamo in dettaglio le novità in proposito.

Domande Ristori, si parte il 30 marzo: non sarà ‘un click day’

Le domande potranno essere presentate per via telematica dal prossimo 30 marzo 2021 (l’orario sarà comunicato dall’Agenzia delle Entrate nei prossimi giorni), con gli accrediti che dovrebbero partire dal giorno 8 aprile 2021. Non si tratterà di un ‘click day‘: i richiedenti, infatti, avranno 60 giorni di tempo per inoltrare le proprie domande visto che la piattaforma chiuderà il 28 maggio prossimo. La domanda potrà essere inviata tramite il portale dell’Agenzia delle Entrate oppure tramite la piattaforma web del partner Sogei

L’Agenzia delle Entrate sta predisponendo un sistema volto a scongiurare ‘sovraccarichi’ di accessi con possibili ‘black out’: nella domanda dovranno essere riportati l’ammontare medio di fatturato e i corrispettivi del 2020 e del 2019 da mettere a confronto per il calcolo della perdita. I ‘ristori’ saranno decrescenti dal 60 per cento al 20 per cento, in base ai ricavi. L’importo minimo di contributo spettante sarà di 1000 euro per le persone fisiche e di 2000 euro per le società. 

Saranno potenziati i controlli preventivi antifrode, evitando di appesantire la procedura: lo scopo sarà quello di bloccare immediatamente le richieste ingannevoli e illegittime.