Riforma pensioni rinvio
Riforma pensioni verso il rinvio

Stando alle ultime notizie, pare proprio che tra le priorità del Governo, al momento, non vi sia la Riforma pensioni, ormai in procinto di un rinvio. Ecco cosa accadrà nei prossimi mesi.

Lo scenario attuale

Se con il Governo Conte il tema delle pensioni pareva essere all’ordine del giorno, con il nuovo Esecutivo le cose sembrano ormai cambiate.

Ad oggi, tra le priorità del premier Mario Draghi e del ministro del Lavoro Andrea Orlando vi sono innanzitutto gli effetti socio-economici della pandemia.

Il Covid ha, infatti, reso necessarie alcune misure straordinarie all’interno dell’attuale sistema di ammortizzatori ordinari.

A tutto ciò si aggiunge, inoltre, il dilagare della disoccupazione che con lo sblocco dei licenziamenti potrebbe raggiungere numeri davvero vertiginosi.

Riforma pensioni verso il rinvio

Dopo settimane trascorse a rimandare il momento di affrontare l’argomento, sembra proprio che attualmente la Riforma delle pensioni non sia tra le priorità del Governo.

Questa posizione è stata, di fatto, confermata anche dal ministro del Lavoro Andrea Orlando, il quale ha spiegato ai sindacati che la Riforma “non diventerà un tema di priorità politica finché non verrà avviato il lavoro su altre due questioni più importanti”.

Ad ogni modo, ciò non significa che non sia necessario arrivare ad una soluzione entro la data di scadenza di Quota 100, tuttavia occorre prima lasciare spazio alla “riforma degli ammortizzatori e l’avvio di un confronto con le regioni sulle politiche attive”.

Sulle pensioni, però, Orlando ha aggiunto che il Governo ha già attivato delle commissioni “per capire cosa ha funzionato e cosa ha prodotto Quota 100“.

È molto probabile, quindi, che il tavolo per la Riforma pensioni dovrà aspettare almeno fino al prossimo autunno.