Scuola, Sasso replica ad Azzolina: 'I diritti degli insegnanti precari non si fermano'

Il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, Rossano Sasso, ha replicato al messaggio postato dall’ex ministra Lucia Azzolina, in merito alla nuova collaborazione del deputato leghista con il professor Pasquale Vespa.

Precariato scuola, Sasso: ‘I diritti degli insegnanti precari non si fermano’

‘L’onorevole Azzolina – ha esordito il sottosegretario Sasso – non è nuova ad attacchi nei confronti di insegnanti e dirigenti scolastici che hanno manifestato dissenso nei confronti delle sue politiche: basti pensare al recente caso di Alfonso D’Ambrosio, il preside di Vo’ che proprio nelle scorse ore ha visto archiviato il procedimento disciplinare che gli era stato intentato in modo assolutamente strumentale.’

Sasso: ‘Se qualcuno pensa di intimidire o rallentare l’azione di governo si sbaglia di grosso’

‘Il professor Pasquale Vespa, sindacalista e leader nazionale del movimento dei docenti precari – aggiunge il deputato leghista – ha sempre rappresentato una spina nel fianco per l’onorevole Azzolina e per le politiche ostili nei confronti del mondo del precariato. Un simbolo dei diritti dei lavoratori più deboli, che ha condotto battaglie evidentemente dure e scomode, che adesso si vorrebbe fare passare come uno stalker e come un molestatore.

Il lavoro della magistratura, siamo certi, riporterà fatti e dinamiche nella giusta prospettiva.
Ma se qualcuno pensa di intimidire o rallentare l’azione di Governo, volta alla giusta ripartenza della scuola e all’eliminazione del precariato, si sbaglia di grosso’, conclude il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione.