Graduatorie III fascia ATA 2021, cosa cambia con l'aggiornamento e info utili
Graduatorie III fascia ATA 2021

Fino al 22 aprile è possibile presentare istanza di partecipazione alle graduatorie di III fascia 2021 del Personale ATA. Non tutti possono partecipare. Gli aspiranti devono assicurarsi di essere in possesso dei requisiti richiesti. Chi non li possiede non può partecipare.

Graduatorie III fascia 2021 ATA: requisiti generali

Il decreto, oltre agli specifici titoli di accesso alle graduatorie di terza fascia del Personale ATA, indica quali sono i requisiti generali per potersi inserire (art 3).

  1. cittadinanza italiana (vedi dettagli nel decreto);
  2. età non inferiore ad anni 18 e non superiore ad anni 67 al 1° settembre 2021;
  3. godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza;
  4. posizione regolare nei confronti del servizio di leva;
  5. adeguata conoscenza della lingua italiana secondo quanto previsto dalla nota del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca 7 ottobre 2013, n. 5274.

Motivi generali di esclusione dalla procedura

Sempre l’articolo 3 della bozza ministeriale sull’aggiornamento delle graduatorie di terza fascia del Personale ATA, indica chi non può partecipare alla procedura di inserimento.

  • coloro che siano esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • chi è stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento. Ovvero sia stato licenziato per giusta causa o giustificato motivo soggettivo;
  • coloro che siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile. Oppure, siano incorsi nella sanzione disciplinare della destituzione;
  • chi si trova temporaneamente inabilitato o interdetto, per il periodo di durata dell’inabilità o dell’interdizione;
  • coloro che abbiano riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione;
  • i dipendenti dello Stato o di enti pubblici collocati a riposo, in applicazione di disposizioni di carattere transitorio o speciale.

Inoltre, per presentare domanda, tutti devono essere registrati su Istanze online.