Esame terza media 2021, come si valuta elaborato? FAQ ministero

Esame di terza media, il Ministero dell’Istruzione ha risposto in merito alla valutazione dell’elaborato che dovrà essere preparato dagli studenti. In particolar modo, si dovrà valutare a parte? Vediamo in dettaglio.

Esame di terza media 2020/21

L’esame di Stato del primo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2021/22, come è noto, ha subìto delle modifiche a motivo dell’emergenza sanitaria in atto nel nostro Paese: riguarderà solamente una prova orale e la presentazione di un elaborato secondo quanto disposto dall’Ordinanza Ministeriale N. 52/2017.

L’esame si svolgerà tra il termine delle lezioni e il 30 giugno, in presenza, salvo eventuali disposizioni dell’autorità sanitaria ed eccetto alcuni particolari casi, per i quali la prova si svolgerà in videoconferenza o in altra modalità telematica sincrona.
Gli studenti saranno chiamati a predisporre un elaborato che dovrà essere coerente con la tematica assegnata dal consiglio di classe: tale elaborato dovrà essere trasmesso entro il 7 giugno 2021.

L’elaborato è oggetto di una valutazione separata? FAQ Ministero

Il Ministero dell’Istruzione ha chiarito un aspetto importante riguardante la valutazione dell’elaborato ovvero: ‘l’elaborato è oggetto di una valutazione separata?’ Il Ministero dell’Istruzione, attraverso un’apposita FAQ ha risposto così: ‘No; spetta alle commissioni d’esame, ai sensi dell’articolo 4 comma 1, la definizione dei criteri di valutazione della prova d’esame, comprensiva dell’elaborato.’