Precari scuola, scontro Azzolina-Marcucci su stabilizzazione docenti
Precari scuola, scontro Azzolina-Marcucci su stabilizzazione docenti

Mobilità e vincolo quinquennale per l’anno scolastico 2021/22, sono ormai scaduti i termini per la presentazione della domanda: gli esiti relativi ai movimenti soddisfatti saranno pubblicati il prossimo 7 giugno. Intanto si continua a lavorare in merito alla questione relativa al vincolo quinquennale: sono stati presentati alcuni emendamenti al decreto Sostegni.

Vincolo quinquennale, l’emendamento del senatore Pittoni

Il senatore della Lega, Mario Pittoni, ha pubblicato un post riguardante ‘l’emendamento (prioritario) a decreto Sostegni, appena numerato’. L’emendamento indica quanto segue: ‘In considerazione del protrarsi della situazione di emergenza epidemiologica, a decorrere dalla data di pubblicazione della presente legge non si applica alle procedure di assegnazione provvisoria, di utilizzazione e di conferimento delle supplenze del personale docente, educativo ed ATA della scuola l’articolo 399, comma 3, del decreto legislativo 16 aprile 1994 n. 297′.

In pratica l’emendamento comporterebbe una modifica alla procedura delle assegnazioni provvisorie: si permetterebbe, così, di avere un’assegnazione provvisoria per il prossimo anno con l’obiettivo di arrivare alla rimozione del vincolo.
‘Attendiamo parere su ammissibilità – ha precisato il vice presidente della Commissione Cultura al Senato – Se verrà dichiarato inammissibile per estraneità di materia, lo riproporremo in un decreto successivo. Presto arriverà in Parlamento anche la norma per cancellare definitivamente il vincolo quinquennale, su cui dovremmo avere ormai trovato sufficiente condivisione nelle altre forze politiche.’

Emendamento Fratelli d’Italia: mobilità straordinaria in deroga al vincolo quinquennale

Citiamo anche l’emendamento presentato dall’onorevole Iannone di Fratelli d’Italia in cui si prevede una mobilità straordinaria in deroga al vincolo di permanenza di 5 anni. Considerando che si tratta di un emendamento presentato dall’opposizione, difficilmente troverà accoglimento.