Vittoria Casa (M5S) commenta audizione ministro Bianchi: 'Criticità emerse impongono cambiamenti impegnativi'

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato inviatoci dall’Ufficio Stampa del Movimento 5 Stelle (Camera dei Deputati).

Scuola, Vittoria Casa (M5S): ‘Dal governo segnale di incoerenza’

“Nell’ultimo mese il governo ha ribadito che tutti gli spazi di libertà concessi dal migliore andamento della pandemia – il ‘tesoretto’ tante volte evocato – sarebbero stati utilizzati innanzitutto per riaprire le scuole. Appena qualche giorno fa, la Camera ha votato una mozione trasversale sulla ripartenza delle lezioni in presenza e sull’assoluta necessità di tenere le classi aperte fino al termine dell’anno scolastico. È molto deludente constatare che purtroppo non sarà così, perché tutte le riaperture annunciate per il 26 aprile sono confermate a dispetto di quelle della scuola”: così Vittoria Casa, presidente commissione Cultura Scienza e Istruzione.

“È passato più di un anno dall’esordio della pandemia e le Regioni non sono ancora riuscite a garantire un sistema di trasporti in grado di preservare gli studenti. Questa incapacità amministrativa la pagano per l’ennesima volta le ragazze e i ragazzi più penalizzati d’Europa: quelli che hanno perso più giorni di scuola in presenza. Tutto ciò nonostante il calo complessivo dei contagi da Covid-19 e nonostante le rassicurazioni di recenti studi scientifici sui rischi di contagio negli edifici scolastici. Si tratta di una marcia indietro e dell’ennesimo messaggio sbagliato verso le giovani generazioni” conclude Vittoria Casa.