test salivari nelle scuole lombarde da maggio

A dare la notizia è stato pochi giorni fa Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia. A partire da maggio, nell’ambito scolastico, partiranno i test salivari molecolari.

Saranno tamponi meno invasivi rispetto a quelli naso-faringei ma di pari validità.

La Lombardia si qualifica dunque la prima regione in Italia ad aver avviato questi test, dopo la sperimentazione attuata su 1628 studenti del Comune di Bollate, a testimonianza dell’eccellenza lombarda nel campo della Ricerca.

Un modello preventivo di screening dunque , la cui ratio segue quella già adottata dal Lazio, in cui già da gennaio vengono eseguiti tamponi rapidi gratuiti nelle scuole secondarie di secondo grado, e dalla Provincia autonoma di Bolzano che già da mesi ha introdotto l’uso dei test antigenici fai da te per gli alunni.

Test salivari, ‘un monitoraggio ancora più accurato della diffusione del virus’

“Ci consentiranno di attuare un monitoraggio ancora più accurato della diffusione del virus. Senza la necessità di impiegare personale sanitario, che potrà dedicarsi alla campagna vaccinale e alla cura dei pazienti ricoverati e non negli ospedali”. Queste le parole di Fontana nell’annunciare l’avvio dei test salivari agli studenti delle scuole superiori lombarde.

E stesso entusiasmo anche quello dimostrato dalla vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, che ha definito questo strumento diagnostico “ideale per le scuole, grazie alla sua semplicità e praticità.

Come si svolgeranno i test salivari

Come ha spiegato il preside della Facoltà di Medicina dell’Università Statale di Milano, Gian Vincenzo Zuccotti, questi test si svolgeranno in maniera molto semplice e rapida.

Si effettueranno in un minuto e saranno processati nei laboratori usando gli stessi reagenti e macchinari dei test molecolari classici. Hanno le sembianze di lecca-lecca da tenere in bocca un solo minuto e con un’attendibilità che può arrivare fino al 98%.

I test saranno effettuati gratuitamente due volte al mese agli studenti di età compresa dai 14 ai 19 anni.

Insomma, una rivoluzione che potrebbe avere risvolti positivi se applicata su scala nazionale in vista del nuovo anno scolastico. E potrebbe essere ancora più efficace se fosse esteso anche a tutto il personale scolastico interessato.

Come prenotare

L’ATS Lombardia ha messo a disposizione un’apposita piattaforma in cui poter effettuare la prenotazione, ed effettuare il tampone salivare nella propria farmacia di fiducia.

Una volta entrati nel sito ‘Prenota Salute’ di Regione Lombardia, i passi sono molto semplici:

  • premere su “prenota tampone antigenico”;
  • indicare di essere un alunno;
  • compilare i dati anagrafici;
  • scegliere farmacia e giorno.