Riforma pensioni 2022
Riforma pensioni: le ultime notizie

Dopo lo stop ufficiale a Quota 100 arrivato negli ultimi giorni dal Governo, emergono ulteriori notizie ed ipotesi sul tema pensioni. Ecco le news aggiornate al 26 aprile 2021.

Riforma pensioni: le ultime notizie

Nei giorni scorsi è arrivato lo stop ufficiale a Quota 100 da parte del Governo che, come previsto, scadrà il prossimo 31 dicembre.

A partire, quindi, dal 2022 si tornerà alla Legge Fornero che fissa l’uscita dal mondo del lavoro a 67 anni di età o con 42 anni e 10 mesi di contributi (41 e 10 mesi per le donne). 

L’unica eccezione sarà rappresentata da un accesso alla pensione anticipato per coloro che svolgono mansioni usuranti.

Ciò non toglie, però, che al momento tanto il Governo quanto i sindacati stanno vagliando una serie di ipotesi per attutire il cosiddetto scalone di 5 anni che si andrà a creare dal prossimo anno.

Tra le possibilità in campo ricordiamo l’introduzione di Quota 102 e la proroga di misure già esistenti come l’Ape sociale e Opzione donna.

L’allarme dei partiti e dei sindacati

Alla luce di questi ultimi avvenimenti, alcuni partiti come la Lega sono tornati a chiedere l’estensione di Quota 41 per tutti. In questo modo, si eliminerebbe il vincolo anagrafico per andare in pensione, mantenendo solo i 41 anni di contributi necessari al pre-pensionamento.

Nel frattempo, cresce anche l’allarme dei sindacati.

“Non possiamo rischiare di creare nuovi esodati così come è avvenuto con la legge Fornero“. Ha dichiarato il segretario generale dalla Fnp Cisl, Piero Ragazzini.

“Su questo tema di grande importanza serve una riflessione seria” ha aggiunto subito dopo.

“Non solo per quanto riguarda la corretta definizione di lavori gravosi ed usuranti nei confronti dei quali è necessario adottare misure specifiche, ma anche per ciò che concerne la corretta separazione tra previdenza e assistenza”.