Saese considera i concorsi proposti 'non risolutivi'
Saese considera i concorsi proposti 'non risolutivi'

Scuola, il testo riguardante il decreto Sostegni bis è stato appena licenziato dal Consiglio dei Ministri: nei prossimi giorni approderà in Parlamento. Tra i vari provvedimenti riguardanti la scuola, c’è anche quello riguardante il mini concorso anticipato per gli insegnanti delle cosiddette materie STEM. Con un piccolo problema: il governo avrebbe ‘dimenticato’ i prof delle medie.

Decreto Sostegni Bis, il governo ‘dimentica’ il concorso STEM per i prof delle medie

Come riporta ‘Il Corriere della Sera’, i posti in palio, per le scuole superiori, sono 282 per la classe di concorso A020 (fisica), 1005 per la cdc A026 (matematica), 815 per la A027 (matematica e fisica) e 903 per la A041 (scienze e tecnologie informatiche).

Il numero dei posti, in buona sostanza, è lo stesso di quello previsto nel concorso ordinario che avrebbe dovuto svolgersi lo scorso anno ma ancora in stand by a motivo dell’emergenza Covid. Sarà un concorso semplificato e rapido per poter assumere i vincitori a settembre: prevista una sola prova scritta e subito dopo un orale. L’obiettivo è avere le graduatorie già per fine luglio e procedere immediatamente alle assunzioni.

Il problema è che il concorso ordinario prevedeva anche 3.124 posti per la classe di concorso A028 (matematica e scienze alle medie) ma nel decreto Sostegni Bis non compaiono. Eppure, proprio alle scuole medie si sta facendo particolarmente sentire la mancanza di docenti nelle cosiddette materie STEM. L’auspicio è che si possa trattare solamente di una ‘svista’ del governo: una dimenticanza che il Parlamento avrà la possibilità di correggere nei prossimi giorni.