Bonus vacanze 2021, novità dal Decreto Sostegni Bis: a chi spetta e importi
Bonus vacanze 2021, novità dal Decreto Sostegni Bis: a chi spetta e importi

Novità in arrivo anche per quanto riguarda il bonus vacanze con l’approvazione del nuovo Decreto Sostegni. Infatti, il bonus vacanze potrà essere utilizzato non solo negli hotel, B&B, agriturismi e altre strutture turistiche e alberghiere ma anche nelle agenzie di viaggi o nei tour operator.

Bonus vacanze 2021, novità nel Decreto Sostegni Bis

Il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, ha spiegato le novità del bonus vacanze: ‘Tante risorse non erano state utilizzate, ma noi non vogliamo che resti neanche un centesimo inutilizzato. Il bonus vacanze aiuta le famiglie con il reddito basso a poter andare comunque in vacanza. Non possiamo permetterci di avere risorse non spese, dopo averle stanziate’.

Si può utilizzare il bonus vacanze nel 2021 ma solo se è stato richiesto entro la fine dello scorso anno e non è stato ancora utilizzato: al momento, non è possibile richiedere una nuova agevolazione.

A chi spetta e importi

Il bonus vacanze può essere utilizzato da tutte le famiglie con un Isee, inferiore ai 40mila euro, certificato attraverso la dichiarazione sostitutiva unica (DSU). Per quanto riguarda gli importi, si va da un minimo di 150 euro qualora il bonus vacanze sia stato richiesto da una sola persona sino ad un massimo di 500 euro, in caso di nucleo famigliare composto da 3 o più persone. Alle famiglie di 2 persone spetta un bonus di importo pari a 300 euro.

Il bonus sarà riconosciuto all’80% sotto forma di sconto immediato al momento del pagamento di quanto dovuto alla struttura alberghiera, all’agenzia di viaggi o al tour operator. Il rimanente 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta nella dichiarazione dei redditi del componente del nucleo familiare a cui è stato intestato il documento di spesa del soggiorno o del servizio ricevuto.
Il bonus vacanze viene assegnato tramite un codice univoco al quale viene associato un QR code. Bisognerà averlo a disposizione stampato su un foglio o sul proprio smartphone per passarlo alla struttura ricettiva scelta insieme al codice fiscale nel momento nel quale si dovrà effettuare il pagamento.