Assunzioni docenti 2021, Pittoni: 'Ecco come è ancora possibile limitare i danni'

Piano assunzione docenti per l’anno scolastico 2021/22, non mancano le polemiche in merito ai contenuti del decreto Sostegni Bis. Il senatore della Lega, Mario Pittoni, ha criticato le disposizioni inserite nel provvedimento: ‘Non è corretto parlare di maxi piano di assunzione per 70mila docenti’, ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Cultura al Senato.

Precari storici inseriti in prima fascia GPS, Pittoni: ‘Ennesima beffa’

Mario Pittoni ha ricordato, infatti, come ‘il 60 per cento delle già poche decine di migliaia di insegnanti precari ancora presenti nelle graduatorie di merito e in quelle ad esaurimento, compresi gli idonei, è posizionato nel centro-sud-isole, dove notoriamente la disponibilità di posti scarseggia.’

Un altro punto sul quale riflettere è quello riguardante l’altrettanta scarsità di precari storici inseriti in prima fascia delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS) che, secondo quanto disposto dal decreto, potranno puntare alla stabilizzazione: ‘Si registra l’ennesima beffa a loro danno – ha spiegato il responsabile scuola della Lega – verranno assunti come supplenti (lo dice lo stesso decreto) e dopo un anno di formazione in servizio, nonostante siano già “formati” in quanto abilitati presso università, dovranno sostenere l’ennesima prova disciplinare con una commissione esterna’. 

Pittoni: ‘Concorderemo una serie di emendamenti con il Ministero’

‘Intendiamo concordare col ministero – ha annunciato il responsabile del dipartimento scuola della Lega – una serie di emendamenti. Chiederemo in particolare che vengano assunti con le medesime modalità coloro che, pur in possesso dello stesso requisito relativo al servizio prestato (che, andrà chiarito, non esiste venga portato a quattro anni), sono inseriti in seconda fascia. Durante l’anno di formazione dovranno, ovviamente, frequentare e superare un corso accademico per il conferimento – conclude Pittoni – dell’abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria’.