Il web offre una scelta sempre più vasta di opportunità che prima erano inimmaginabili. Grazie alla tecnologia si ha oggi la possibilità di ottenere la propria istruzione online e, di conseguenza, si può lavorare come insegnanti da remoto. Il lavoro di insegnamento online è diventato molto popolare, soprattutto da quando l’apprendimento a distanza è diventato una necessità e non solo una scelta.

L’insegnamento online non è solo più conveniente e flessibile in termini di tempo, ma è anche il settore lavorativo in più rapida crescita nel campo dell’istruzione. Oltre all’aumento di studenti e di professionisti che vogliono ampliare le proprie conoscenze che frequentano corsi in rete, anche università e aziende private si rivolgono al web come canale per l’istruzione, la formazione e la certificazione. Ma il mercato del lavoro più ampio per gli insegnanti si è creato nell’ambito delle piattaforme online di insegnamento, soprattutto delle lingue straniere, accessibili senza limiti di posizione geografica o mobilità.

I vantaggi di insegnare da remoto

I docenti che insegnano su una piattaforma online possono scegliere di lavorare in orari flessibili, in quanto le lezioni non sempre si svolgono durante l’orario di lezione tradizionale. L’insegnante può effettuare l’accesso da qualsiasi luogo desideri, purché abbia a disposizione una linea Internet.

Inoltre è possibile raggiungere tutte le aree del mondo: la rete elimina i confini geografici, perciò chi vive in piccole regioni rurali con poche scuole, oppure se la possibilità di viaggiare è limitata dalle circostanze, finché si ha accesso a una buona connessione è possibile connettersi con studenti di tutto il mondo. Non ultimo, insegnare da remoto riduce e in molti casi elimina i costi per gli spostamenti, nonché permette di riguadagnare quel tempo che altrimenti veniva impiegato per recarsi in aula.

Quali sono i requisiti per insegnare su una piattaforma online?

Per poter lavorare da remoto, naturalmente, è necessaria una connessione internet, possibilmente ad alta velocità, che permetta di condividere lo schermo e comunicare con gli studenti tramite video senza problemi. Anche il computer dovrà essere solido e avere memoria sufficiente per utilizzare più schede contemporaneamente, oltre naturalmente a disporre di webcam e microfono. Dopodiché si può effettuare la registrazione sulla piattaforma che si occupa di mettere in contatto studenti e insegnanti.

Preply ad esempio, una delle piattaforme che conta il maggior numero di utenti da più paesi del mondo, permette di creare il profilo tutor subito dopo la registrazione: il candidato insegnante fornisce le informazioni essenziali e imposta la propria disponibilità e, una volta approvato, il profilo sarà visibile agli studenti. Poi il collegamento tra studente e insegnante avverrà grazie a una tecnologia di machine learning che permette di effettuare l’abbinamento ottimale in base alle singole esigenze.

Nuove opportunità di guadagni e un flusso di studenti costante

L’insegnamento online costituisce una opportunità soprattutto per gli insegnanti precari: chi lavora solo poche ore a settimana, con il lavoro online può crearsi una ulteriore fonte di guadagno. Inoltre è un’occasione imperdibile per coloro che hanno competenze difficilmente spendibili nel mondo della scuola, un’opportunità di lavoro per docenti di russo ad esempio, che hanno una grande richiesta nelle piattaforme online di insegnamento come Preply. Man  mano che il numero di lezioni vendute aumenta, il posizionamento del tutor nei risultati di ricerca migliora, con conseguente incremento di visibilità e un maggiore afflusso di studenti.

Il successo di questa piattaforma è dovuto alla sua offerta ampia e personalizzata che permette di andare incontro a qualsiasi tipo di esigenza degli studenti in termini di lingua da apprendere, giorni e orari di lezione e budget a disposizione, ma anche dei tutor che possono creare il proprio piano di lavoro ad hoc. L’insegnante decide dove, quando e quante ore insegnare, oltre alla propria tariffa oraria. Inoltre, c’è anche la possibilità di crescere professionalmente seguendo i webinar di formazione e ricevendo consigli per migliorare le proprie competenze.

I vantaggi per i tutor non finiscono qui: l’insegnante viene pagato non appena finisce la singola lezione e ha a disposizione una dashboard, un pannello di controllo dove sono mostrati i dettagli legati ai pagamenti, le ore di lezione effettuate e altre statistiche. In questo modo, i può visualizzare l’andamento della propria attività online in ogni momento.