Naspi indennità di disoccupazione
Naspi indennità di disoccupazione

Il decreto Sostegni bis ha previsto una sospensione della riduzione del 3% della Naspi 2021 fino a dicembre. Una novità per dare respiro ai disoccupati. Ma chiariamo alcuni punti.

Sospensione riduzione Naspi 2021: quando e come opera

Cosa prevede il decreto Sostegni Bis per la Naspi 2021? All’art 38, comma 1 leggiamo:

“Fino al 31 dicembre 2021 per le prestazioni in pagamento dal 1 giugno 2021 è sospesa l’ulteriore applicazione dell’articolo 4, comma 3, del decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 e le stesse sono confermate nell’importo in pagamento alla data di entrata in vigore del presente decreto e per le nuove prestazioni decorrenti nel periodo dal 1 giugno 2021 fino al 30 settembre 2021 è sospesa fino al 31 dicembre 2021 l’applicazione dell’articolo 4, comma 3, del decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22.

Dal 1° gennaio 2022 trova piena applicazione l’articolo 4, comma 3, del decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22 e l’importo delle prestazioni in pagamento con decorrenza antecedente il 1° ottobre 2021 è calcolato applicando le riduzioni corrispondenti ai mesi di sospensione trascorsi.”

Questo beneficio si aggiunge a quello previsto nel primo decreto Sostegni (articolo 16 del dl 41/2021), che ha eliminato un requisito di accesso, sempre limitatamente al 2021.

Quindi quali importi si percepiranno?

In base a quanto stabilito, quali importi Naspi 2021 si percepiranno durante la sospensione della riduzione del 3%?

  • Dall’entrata in vigore del decreto legge fino al 31 dicembre 2021, non ci applicano riduzioni mensili sulla NASpI dopo il quarto mese;
  • Per chi riceve la prestazione da tempo e ha già ricevuto la riduzione del 3% nei mesi scorsi, l’importo che spetta da giugno corrisponde all’ultimo importo erogato prima dell’entrata in vigore del decreto, ovvero l’importo di maggio.
  • Per le nuove Naspi con decorrenza tra il 1 giugno ed il 30 settembre, l’importo spettante sarà pieno, senza nessuna riduzione del 3%, fino al 31 dicembre.

E’ bene notare che come dice la parte finale del paragrafo, che dal 1° gennaio 2022 saranno applicate tutte le riduzioni corrispondenti ai mesi di sospensione trascorsi. Per cui, sembra che le riduzioni saranno recuperate nella mensilità di gennaio 2022. Si attendono ulteriori chiarimenti dall’Inps.