Bonus 2021 senza ISEE: a chi spettano e come richiederli

Bonus da richiedere senza Isee, sono diverse le agevolazioni, previste per il 2021, che si possono ottenere anche senza fornire l’Indicatore della situazione economica equivalente. Quali sono i bonus che si possono richiedere e a chi spettano? Vediamo in dettaglio

Bonus INPS senza ISEE: ecco quelli che si possono richiedere nel 2021

Bonus Bebé

Il bonus Bebé o assegno di natalità è un’agevolazione erogata dall’Inps ogni mese, spettante alle famiglie per ogni figlio nato, adottato o preso in affido nel corso dell’anno. Occorre presentare domanda all’Inps entro 90 giorni dall’evento: qualora si vada oltre tale termine, si perderà il diritto alle precedenti mensilità.
Senza ISEE aggiornato, il diritto riguarderà solamente l’importo minimo dell’assegno di natalità ovvero 960 euro. Per le nascite successive al primo figlio, si avrà diritto a un incremento del bonus pari al 20% dell’importo. Per quanto riguarda i requisiti della domanda, occorre avere la cittadinanza italiana o un permesso di soggiorno oltre alla residenza in Italia. È richiesta, inoltre, la convivenza obbligatoria del genitore con il minore

Bonus Asilo Nido

Come per il bonus Bebé, anche il bonus Asilo Nido può essere chiesto senza Isee: si tratta di un aiuto economico alle famiglie per il pagamento delle rette di asili nido pubblici e privati. Possono far domanda anche le famiglie con bimbi di età inferiore ai 3 anni, affetti da gravi patologie e, purtroppo, costretti a rimanere a casa. In questo caso, il bonus riguarderà l’assistenza domiciliare
Anche il Bonus Asilo Nido può essere richiesto senza presentare l’attestazione ISEE. Con questo bonus, che è sempre erogato da INPS, lo Stato concede un aiuto economico alle famiglie per pagare le rette di asili nido pubblici e privati. Senza attestazione ISEE, l’importo erogato dall’INPS sarà il minimo. 

Bonus INPS Mamma Domani o Premio alla Nascita

Si tratta di un sostegno provveduto dall’Inps per la nascita, l’adozione o l’affidamento preadottivo: la futura madre può presentare domanda dal termine del settimo mese di gravidanza entro un anno dall’evento. Anche qui non serve un’attestazione Isee, il bonus verrà erogato in un’unica soluzione. Non concorre alla formazione del reddito.

Bonus Affitto

È una misura che permette ai locatari di risparmiare sul canone di locazione. Il contributo viene elargito direttamente ai locatori, qualora decidessero di diminuire la spesa del canone di locazione ai loro inquilini. Anche in questo caso non serve l’ISEE aggiornato. ‘Per l’anno 2021, in caso di riduzione dell’importo del contratto di locazione è riconosciuto, un contributo a fondo perduto fino al 50 per cento della riduzione del canone, entro il limite massimo annuo di 1.200 euro per ciascun locatore’. (Articolo 1, comma 381 ddl n. 2054).

Bonus ISCRO per le partite IVA

Il bonus ISCRO è una sorta di cassa integrazione per i lavoratori autonomi. Non serve attestazione ISEE: l’importo varierà da un minimo di 250 euro sino ad un massimo di 800 euro al mese, erogati dall’INPS per 6 mensilità.
Chi può richiedere il bonus ISCRO all’INPS? I lavoratori che non sono titolari di un trattamento pensionistico diretto e che non sono assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie; chi non beneficia del reddito di cittadinanza e chi è in regola con la contribuzione previdenziale obbligatoria.
Bisognerà aver prodotto, nel corso dell’anno precedente alla presentazione della domanda, un reddito di lavoro autonomo inferiore al 50% della media dei redditi da lavoro autonomo conseguiti nel triennio precedente a quello della presentazione della domanda.
Il lavoratore dovrà aver dichiarato, l’anno precedente, un reddito pari o inferiore a 8.145 euro, annualmente rivalutato sulla base della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati rispetto l’anno precedente. Inoltre, dovrà essere titolare di Partita Iva da almeno 4 anni.