CNDDU su Giornata internazionale per l’eliminazione del lavoro minorile 2021: proposte didattiche e riflessioni
CNDDU su Giornata internazionale per l’eliminazione del lavoro minorile 2021: proposte didattiche e riflessioni

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa pervenutoci dal Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani.

Giornata internazionale dei genitori 2021

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani intende celebrare la Giornata internazionale dei genitori (1 giugno 2021), istituita dall’Assemblea generale dell’ONU con risoluzione n.66/292 del 15 Ottobre 2012.

Durante la pandemia sono aumentate le diagnosi di disturbi alimentari nei giovanissimi, atti lesionistici, tentativi di suicidio, stress. È molto difficile essere genitore oggi; probabilmente lo è sempre stato, ma le caratteristiche che ha assunto la società odierna rendono ancora più complicata la comunicazione e l’incontro tra le generazioni: realtà virtuale e smart-working trasformano in monadi gli elementi di una famiglia. Le difficoltà economiche e i disagi connessi al lockdown hanno creato fratture tra genitori e figli in molti casi, acuendo appunto i fenomeni di malessere giovanile.

I genitori, a prescindere dalle immani sfide che si presentano, devono continuare a esercitare un ruolo di guida e supporto per la crescita dei propri figli, in quanto la prima agenzia educativa di un individuo è appunto la famiglia.

I genitori costituiscono il modello di riferimento per i giovanissimi e anche se non si può pretendere la perfezione comportamentale, l’auspicio è che i ruoli necessari e mai da confondersi nell’interazione adulto-adolescente vengano sempre definiti e ridefiniti all’insegna della credibilità, dell’autenticità, dell’affetto e della responsabilità da ambo le parti.

Il CNDD in occasione del Global Day of Parents 2021 lancia l’hashtag #effettivamenteaffetti e invita soprattutto i più piccoli studenti a realizzare un debate sulle questioni che possono incidere sulle dinamiche familiari.

“Di fatto, si è aperta una frattura tra famiglia e società, tra famiglia e scuola, il patto educativo oggi è diventato si è rotto e così, l’alleanza educativa della società con la famiglia è entrata in crisi perché è stata minata la fiducia reciproca” (Papa Francesco).