Concorso straordinario: numero vincitori non sufficiente in Lombardia
Concorso straordinario: numero vincitori non sufficiente in Lombardia

Il concorso straordinario per i posti su scuole secondarie di I e II grado rischia di diventare un flop. I primi dati relativi alle prove effettuate non lasciano presagire nulla di buono: metà, se non oltre il numero di posti resi disponibili dal Ministero dell’Istruzione negli istituti della Regione rischiano di rimanere vacanti. Sono stati circa 7.000 i posti resi occupabili in Lombardia, ma più di mille potrebbero rimanere vuoti a causa del numero insufficiente di domande pervenute. Peraltro, risulta che in dodici selezioni il numero di coloro che hanno superato la prova scritta è stata uguale o inferiore al numero di posti occupabili.

Concorso straordinario: le dichiarazioni di Sertori e Spinelli

Repubblica ha riportato le dichiarazioni di Tobia Sertori, della Flc Cgil regionale: “Non abbiamo ancora i dati degli effettivi partecipanti. Ma negli scorsi concorsi la Lombardia è stata caratterizzata da un numero di idonei nettamente al di sotto della media rispetto ad altre regioni”. Dato che il divario tra il numero di vincitori e quello dei posti da occupare rimane ancora notevole, Flc Cgil medita un’ulteriore procedura straordinaria. Massimo Spinelli, capo dell’Associazione nazionale presidi della Lombardia, non è d’accordo al riguardo, specificando: “Penso che la scuola abbia bisogno di grande professionalità, come anche il ricorso alla Dad ha ampiamente dimostrato. E sono anche convinto che la qualità dei docenti vada vagliata attraverso i concorsi e non con le assunzioni in ruolo ope legis”.

Precari: i dati Cisl Scuola sugli aspiranti in GAE per la secondaria

Il Dl Sostegni Bis vorrebbe proporre delle opportunità per i precari di assurgere al ruolo. Tuttavia, secondo quanto evidenzia Cisl Scuola in un documento, gli aspiranti presenti nella graduatorie a esaurimento per la scuola secondaria di I e II grado rimangono pochi. All’incirca 1.000. Un vero problema per le prossime immissioni in ruolo. Nel precitato documento, Cisl Scuola riscontra le presunte criticità relative al Dl Sostegni Bis. Cisl Scuola ha proposto una tabella riportante il numero di docenti aspiranti di nomina in ruolo che si trovano attualmente nelle Gae. Da tali dati è possibile rendersi conto della situazione, tutt’altro che confortante:

Aspiranti I grado presenti in GAE (posto comune) 199 di cui

Aspiranti I grado presenti in GAE (posto sostegno) 191

E inoltre:

Aspiranti II grado presenti in GAE (posto comune) 993 di cui

Aspiranti II grado presenti in GAE (posto sostegno) 547