Graduatorie III fascia ATA, l'errore a cui non tutti possono rimediare
Graduatorie III fascia ATA, l'errore a cui non tutti possono rimediare

Si rischia difformità di trattamento per gli aspiranti alle graduatorie ATA di terza fascia 2021. Ci riferiamo al frequente errore di distrazione per cui l’aspirante ha scelto “conferma” al posto di “aggiornamento”. E’ importante che il Ministero gestisca la questione a livello nazionale, altrimenti la possibilità di difformità di interpretazioni e soluzioni diventa concreta.

Graduatorie ATA III fascia: l’errore

Numerosi aspiranti che hanno presentato domanda di inclusione o aggiornamento per le graduatorie ATA di III fascia, hanno commesso un errore di distrazione. Hanno cliccato Conferma al posto di Aggiornamento. Come conseguenza, il sistema non valuta i servizi dichiarati.

Per sapere se si è o meno commesso questo errore, basta verificare nella schermata di valutazione della domanda e vedere se sono presenti.

Dato che si tratta di un errore comune a molti, i sindacati hanno chiesto al Ministero dell’Istruzione di intervenire.

Difformità di trattamento

In alcune province si è deciso di gestire la problematica sorta nelle graduatorie ATA di III fascia, dando la possibilità all’aspirante di correggere l’errore attraverso una domanda di richiesta variazione.

Ma nella maggior parte delle province non è così. E’ necessario, quindi, che si adotti un’unica decisione a livello nazionale per evitare disparità di trattamento. I passaggi per la pubblicazione.