Graduatorie docenti precari, GPS come nuove GaE
Graduatorie docenti precari, GPS come nuove GaE

Precariato scuola, dalle graduatorie ad esaurimento a quelle provinciali per le supplenze (con nuova funzione) il passo è breve. Il decreto Sostegni Bis, il cui testo è attualmente all’esame del Parlamento, cambia i connotati alle graduatorie provinciali per le supplenze trasformandole, di fatto, in nuove GaE.

GPS si ‘trasformano’ in nuove GaE?

Inizialmente nate come graduatorie per l’assegnazione delle supplenze, le GPS diventeranno il canale per le assunzioni a tempo indeterminato, un canale parallelo a quello dei concorsi ordinari. Per le prossime immissioni in ruolo 2021/22 sarà certamente così, almeno per la prima fascia e con il requisito richiesto delle tre annualità di servizio. 

Estensione anche alla seconda fascia GPS?

Nei giorni scorsi, si è invocata l’estensione della procedura alla seconda fascia, anche perché i docenti inseriti in prima fascia che potrebbero beneficiare delle assunzioni straordinarie sarebbero poco più di 18mila. Includendo la seconda fascia, si potrebbe raggiungere quota 80mila: i sindacati proporrebbero una corsia agevolata per l’abilitazione e, successivamente, l’immissione in ruolo. Tuttavia, secondo le ultime indiscrezioni, sembrerebbe da escludere tale possibilità

Ipotesi eliminazione requisito 3 anni

L’alternativa sarebbe quella di eliminare il requisito dei tre anni e riservare le assunzioni solamente ai precari iscritti in prima fascia. Di certo, se il testo del decreto Sostegni Bis non dovesse subire modifiche in tal senso dopo l’esame alla Camera, le assunzioni straordinarie risulterebbero decisamente insufficienti per un avvio regolare del prossimo anno scolastico 2021/22.

Qualora si decidesse di includere anche la seconda fascia (ipotesi che sembra però allontanarsi) occorrerebbero anni prima di smaltire un numero consistente di docenti, soprattutto per alcune classi di concorso, considerando il meccanismo del doppio canale di assunzione. Occorre, poi, tenere conto della riduzione costante del numero di studenti, una diminuzione che, salvo diversi provvedimenti, porterebbe a un’inevitabile contrazione degli organici. 

GPS, dunque, come ‘nuove GaE’? Il vicepresidente della Commissione Cultura al Senato, Mario Pittoni, ha puntualizzato un aspetto importante: ‘A chi ipotizza assunzioni permanenti da GPS – ha spiegato il responsabile dipartimento Scuola della Lega – ricordo che nascono come strumento esclusivo per le supplenze. Utilizzarle per nomine in ruolo è plausibile in casi eccezionali (attuale art. 59 o eventuale fase transitoria del ddl 1920); non come strumento ordinario.

GPS, dunque, come ‘nuove GaE’? Il vicepresidente della Commissione Cultura al Senato, Mario Pittoni, ha puntualizzato un aspetto importante: ‘A chi ipotizza assunzioni permanenti da GPS – ha spiegato il responsabile dipartimento Scuola della Lega – ricordo che nascono come strumento esclusivo per le supplenze. Utilizzarle per nomine in ruolo è plausibile in casi eccezionali (attuale art. 59 o eventuale fase transitoria del ddl 1920); non come strumento ordinario. Se lo si volesse fare ripristinando in pratica le vecchie Graduatorie permanenti – conclude Pittoni – si dovrebbe riscrivere l’intero sistema del reclutamento sia a tempo determinato che a tempo indeterminato. Cosa impossibile in una sede occasionale qual è il dl Sostegni bis.’