università test d'ingresso
La scuola estiva per superare i test d'ingresso

Numero chiuso: l’Università di Sassari lancia un corso estivo per aiutare gli studenti a prepararsi e a superare i prossimi test d’ingresso. Ecco cosa c’è da sapere.

Test d’ingresso 2021: l’iniziativa dell’Università di Sassari

Come anticipato, quest’anno l’Università di Sassari ha deciso di lanciare un’interessante iniziativa per tutti gli studenti che nel corso dell’estate dovranno prepararsi per il superamento dei test d’ingresso per accedere alle facoltà a numero chiuso.

Si tratta della Summer School Unisstest, una scuola estiva di preparazione per corsi di laurea di:

  • Medicina e Chirurgia;
  • Odontoiatria e Protesi Dentaria;
  • Veterinaria;
  • Professioni Sanitarie.

Il corso sarà completamente gratuito e in presenza. In questo modo, l’ateneo avrà l’occasione per prepararsi alla riapertura ufficiale a settembre.

Tuttavia, per partecipare alla scuola estiva sarà necessario prenotarsi, in quanto i posti disponibili sono di fatto limitati (120) per via delle norme anti Covid.

La registrazione potrà, quindi, essere effettuata direttamente sul portale dell’università a partire dalle ore 12.00 di martedì 15 giugno 2021.

Come si svolgono le attività

Per quanto riguarda invece l’organizzazione effettiva dei corsi, le attività della Summer School Unisstest si svilupperanno in due momenti differenti per un totale di 80 ore.

In particolare, dal 12 al 23 luglio si terranno le lezioni sul metodo di studio e sui principali argomenti delle materie oggetto dei test. Successivamente, dal 23 al 26 agosto avranno luogo le simulazioni delle prove di ammissione con correzione commentata. 

L’obiettivo dell’iniziativa è, dunque, quello di fornire agli studenti un ulteriore aiuto per il superamento dei test d’ingresso, aggiungendosi così alla piattaforma gratuita e-learning Unisstest con più di 4.000 prove commentate.

“La scuola di preparazione ai test d’ingresso è destinata agli studenti che si stanno preparando a superare le prove d’accesso per i corsi di studio a numero programmato”. Ha di fatto spiegato Gavino Mariotti, il rettore dell’Università di Sassari, il quale ha inoltre aggiunto che l’ateneo ha voluto fornire questo tipo di supporto gratuito per aiutare gli studenti in un periodo di crisi economica determinato dalla pandemia.