Saese considera i concorsi proposti 'non risolutivi'
Saese considera i concorsi proposti 'non risolutivi'

Concorsi ordinari scuola – Cosa succede dopo la riforma dei concorsi ordinari contenuta nel Decreto Legge 73/2021 che ha stravolto l’impianto originario degli stessi? Facciamo il punto della situazione, con particolare riguardo ai probabili calendari delle prove dei Concorsi ordinari scuola.

Concorsi ordinari scuola: le indiscrezioni delle prime prove

Come risaputo i concorsi ordinari riguarderanno la scuola primaria, quella dell’infanzia, la scuola secondaria di I e II grado; i posti messi a bando riguarderanno sia le classi di concorso curriculari che quelle di sostegno. Nell’impianto normativo il DL 73 ha previsto una scansione annuale dei concorsi di cui in oggetto e nello stesso tempo ha ampiamente snellito le procedure mediante una sola prova scritta con quesiti a risposta multipla.

La notizia positiva riguarda il fatto che è stato confermato il numero dei posti messi a bando, nonché gli stessi candidati che avevano già a suo tempo presentato istanza. Si attende dunque la data di pubblicazione del bando stesso con le modifiche di cui in premessa. Vediamo di fare chiarezza, nello specifico, circa le tempistiche e le relative procedure.

Concorsi ordinari: a quando la pubblicazione?

I più informati ritengono che la data di pubblicazione dei concorsi ordinari seguirà in ordine cronologico la conclusione delle procedure del concorso STEM, concorso riservato a poche discipline della secondaria, e allo stato attuale in fase di svolgimento. Dunque, a torto o a ragione, la pubblicazione dei bandi del concorso ordinario potrebbe avvenire, dopo la loro definitiva modifica, entro e non oltre il prossimo autunno con le prime prove scritte CBT (si parla di 100 quesiti a risposta multipla).

Procedure concorsuali, le indiscrezioni circa la scansione tra ordini e gradi di scuola: si parte con la scuola secondaria?

La domanda che tutti si pongono in questo periodo è la seguente: le prove riguarderanno contestualmente tutti gli ordini e gradi scuola o si partirà con la scuola dell’infanzia e primaria (come è avvenuto in passato)? Sono tante le indiscrezioni che ritengono più probabile un inizio (con le prove scritte) della scuola secondaria, visto l’eccessivo numero di classi di concorso interessate. Tali prove potrebbero di fatto svolgersi, secondo un calendario in corso di definizione a livello ministeriale, non prima di ottobre-novembre. La novità rispetto a prima potrebbe consistere nella visualizzazione in tempo reale dei risultati. Un sistema multimediale, infatti, sarebbe in grado di rendere noti ai candidati le loro valutazioni delle prove svolte. Tale procedura snellirebbe di molto le fasi successive del concorso, riguardanti di fatto le prove orali. Su questo aspetto, fonti ben informate, ritengono molto probabile l’inizio delle stesse a ridosso delle festività natalizie o al massimo entro i primi giorni del 2022, per una successiva conclusione a fine aprile. I vincitori potrebbero ricevere le nomine entro l’inizio del nuovo anno scolastico 2022/23.

Calendario prove scritte scuola primaria e infanzia: entro i primi mesi del 2022

Tutto lascia pensare che le prove CBT per la scuola dell’infanzia e primaria potrebbero svolgersi tra Gennaio e Febbraio 2022. A Marzo – Aprile dello stesso anno, invece, dovrebbero svolgersi le prove orali. Nel mese di Luglio infine dovrebbero essere già stilate le graduatorie di merito, le quali consentirebbero entro Settembre 2022 le nomine dei vincitori. Il nostro consiglio? Evitate di rilassarvi troppo sotto i raggi del Sol Leone, tutto potrebbe svolgersi in tempi ancora più ristretti, così come è avvenuto per il Concorso ordinario STEM.