Stabilizzazione precari, nuovo concorso straordinario in arrivo: emendamento al DL Sostegni Bis
Stabilizzazione precari, nuovo concorso straordinario in arrivo: emendamento al DL Sostegni Bis

Stabilizzazione precari, sono ore decisive per quanto riguarda la votazione degli emendamenti al decreto Sostegni Bis.

Emendamenti di particolare interesse per i docenti precari della scuola in vista delle assunzioni straordinarie per il prossimo anno scolastico 2021/22. In corso un vero e proprio braccio di ferro tra la Lega che sta spingendo verso una stabilizzazione per titoli e servizi (con anno di prova, percorso abilitante, formazione e valutazione finale) e l’asse PD-M5S che proporrebbe, invece, un nuovo concorso straordinario.

Stabilizzazione precari, PD e M5S propongono nuovo concorso straordinario

Il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, Rossano Sasso, ha parlato, in un post pubblicato sul proprio profilo social, della votazione al decreto Sostegni Bis

‘Il PD, sulla scuola, continua a seguire il M5S – scrive il deputato leghista – proponendo praticamente un nuovo concorso straordinario, soluzione oggi improponibile se davvero si vuole arrivare a settembre con le cattedre occupate, considerato che stiamo ancora aspettando la conclusione del precedente concorso straordinario.’

Lega invita il PD a riformulare emendamento

Sasso ha sottolineato come la Lega sia disposta ad aprire un confronto e mediare sulla stabilizzazione per titoli e servizio degli insegnanti prevedendo anno di prova, percorso abilitante, formazione e valutazione finale, ma il M5S e il PD pretenderebbero di operare questa valutazione in ingresso.

‘Stiamo provando da ore a far ragionare su questo tema PD e M5S – ha affermato il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione che spiega come una valutazione dei docenti alla fine del periodo di prova, anziché in ingresso, permetterebbe di superare lo storico problema delle cattedre scoperte in avvio di anno scolastico oltre a rispettare l’articolo 97 della Costituzione.

La Lega afferma di non riuscire a comprendere le ragioni di tale ostinazione visto e considerando che questi docenti saranno comunque impegnati nelle nostre scuole come supplenti.

Rossano Sasso ha sottolineato la ‘sostanziale atmosfera di condivisione su tutto’ il contenuto del decreto Sostegni Bis, tranne che sulla scuola.
Se il PD – prosegue Sasso – riformula il suo emendamento e mette la valutazione alla fine e non in ingresso siamo disponibili a votarlo, a differenza loro che invece non sono in nessun caso disponibili a votare il nostro emendamento “Pittoni”‘.

Lavori commissione Bilancio della Camera che riprenderanno oggi 9 luglio

A questo proposito, il vicepresidente della Commissione Cultura al Senato, Mario Pittoni, ha sottolineato come ‘le preselettive invocate da PD e grillini odorano di “vendetta” nei confronti dei docenti che li hanno “scaricati” dopo il tradimento di tutti gli impegni elettorali che li riguardavano. Difficile trovare altre spiegazioni alla pretesa di prove utili al massimo a selezionare concorrenti per i quiz televisivi. Non certo per far emergere competenza e attitudine all’insegnamento…’.

Lo stesso Pittoni ha aggiornato la situazione per quanto riguarda i lavori della commissione Bilancio della Camera sugli emendamenti al dl Sostegni bis: si riprenderà oggi, venerdì 9 luglio, con la valutazione dell”ennesima rimodulazione di quelli del Pd. Ma non risulta – conclude Pittoni – che si debba per forza votare i loro…’