"Si lavori a un Decreto Salva Precari", il comunicato ANLI

I precari per un attimo ci avevano sperato, e invece, ancora una volta, tanta è la delusione e tanto è lo sconforto..

Il prossimo anno scolastico sarà ancora all’insegna del precariato, e la platea di coloro che potranno beneficiare del piano straordinario di reclutamento è limitata. Nessuna estensione infatti alle Gps II Fascia, nè agli insegnanti con servizio maturato alle paritarie. E resta il requisito delle tre annualità di servizio statale negli ultimi 10 anni per il posto comune.

È così sfumata, per l’ennesima volta, l’ennesima speranza di un doppio canale di reclutamento permanente e della stabilizzazione di tutti i precari.

L’Associazione Nazionale Liberi Insegnanti (ANLI) ha commentato la vicenda con un comunicato, in cui richiede fortemente un concreto intervento per il futuro.

Prendere l’impegno solenne per un Decreto Salva Precari

Di seguito il comunicato ANLI:

“chiediamo ai politici che “dicono di sostenere i Precari” di non fare scena muta. Notiamo tanto silenzio… Vergogna per averci illuso? Per non aver mantenuto fede alle promesse?

Il DL Sostegni-Ammazza Precari ormai è il passato, ora si pensi al futuro facendo tesoro degli errori che avete commesso a danno di noi Precari.

Se ci siete, battete un colpo e prendete l’impegno solenne a lavorare a un “Decreto Salva Precari” che abbracci tutte le categorie di Precari (dagli abilitati di infanzia-primaria, ai non abilitati di seconda fascia GPS, Sostegno, lefp, IRC ecc.), ascoltando le nostre proposte, giacché le vostre idee di stabilizzazione sono alquanto balorde (usiamo un eufemismo!) e discriminatorie!

Altresì, dite ai vostri leader che c’è uno scollamento tra i vostri Partiti e il mondo del precariato (ma questo lo potete anche omettere, visto che glielo stiamo dicendo già noi tramite le nostre missive, e non solo).

Leggendo i sondaggi potrete rilevare, inoltre, che l’unico Partito che cresce è quello che sta all’opposizione. Gli altri precipitano verso il basso.

Ricordate: il “mondo Scuola” non dimentica e tanti Partiti sono stati “affossati” in passato dai Movimenti di Precari e docenti in generale.

Ci avete ascoltato solo in piccolissima parte, e questi sono i risultati!”