Concorsi, stallo delle commissioni esaminatrici
Concorsi, stallo delle commissioni esaminatrici

Come ipotizzabile, si registra uno stallo nei concorsi dovuti a ritardi delle commissioni esaminatrici.

Fatica delle commissioni esaminatrici

A cause di dimissioni, sostituzioni, nuove nomine, si registrano ritardi nell’ultimazione delle procedure concorsuali da parte di molte commissioni esaminatrici. Con molta probabilità queste non riusciranno a completare i lavori entro i termini previsti: si renderanno così vane le speranze dei tanti precari che hanno sperato in una imminente stabilizzazione.  

Il problema sussiste per una ventina di classi di concorso relativamente al concorso straordinario della secondaria: questo come noto si è basato solo su una prova scritta. Pur espletandosi per la maggior parte dei casi nei mesi di ottobre e novembre 2020, le commissioni esaminatrici non hanno ancora ultimato le valutazioni. Di conseguenza non hanno  individuato una graduatoria di merito.

Parimenti, anche per il concorso ordinario si sta riscontrando una difficoltà simile:  nonostante si è proceduti con la correzione  automatica  in tempo reale delle prove scritte, molte commissioni devono ancora calendarizzare gli orali.

L’ARTE DI INSEGNARE: CONSIGLI PRATICI PER INSEGNANTI DI OGGI

Tanti candidati penalizzati

Sono quasi 4 mila i candidati che si ritrovano ad essere penalizzati da questi ritardi. Oltre ai vincitori, si contano anche gli idonei: questi potrebbero sfruttare l’abilitazione conseguita per inserirsi negli elenchi aggiuntivi della prima fascia delle GPS. Questo è possibile solo se gli esiti vengono pubblicati prima del 31 luglio.

Kit concorsi ordinari

Misure per accelerare i tempi

Si sono adottate alcune misure per  accelerare i tempi al fine di garantire le immissioni in ruolo dei vincitori già dal prossimo anno scolastico: in particolare, relativamente al concorso ordinario, si sono designate delle sottocommissioni per ogni 50 candidati che hanno superato la prova scritta. Si è previsto il raddoppio dei compensi come incentivo per le commissioni che concluderanno le procedure entro il 31 luglio.

Se non si registra uno sveltimento sostanziale della macchina concorsuale, purtroppo a settembre si prospettano tanti ritardi nelle nomine in ruolo dei vincitori.

AGENDA SETTIMANALE DEL DOCENTE PER L’ANNO SCOLASTICO 2021/2022

AGENDA DEL DOCENTE PLANNER

L’impasse dei concorsi resta legato ancora una volta alle commissioni esaminatrici.