Assunzioni da GPS, parere CSPI su schema Decreto Ministero Istruzione (TESTO PDF)

Decreto Ministero Istruzione su procedura straordinaria assunzionale da prima fascia GPS, nel corso dell’adunanza plenaria svoltasi ieri, il CSPI ha espresso il parere obbligatorio ma non vincolante sul Decreto che disciplinerà la ‘procedura straordinaria di assunzione da GPS I fascia’. Vediamo in dettaglio il parere del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione.

Schema Decreto Ministero Istruzione su assunzioni straordinarie da GPS: il parere del CSPI

Nel documento, il CSPI ritiene che sia necessario – anche attraverso il confronto al “Tavolo per il Reclutamento” istituito con il “Patto per la Scuola – individuare per il futuro modalità di reclutamento omogenee ed univoche del personale docente

Negli ultimi mesi, infatti, si sono susseguiti bandi che prevedevano modalità differenti e contrapposte fra di loro (DD 510/2020 prevedeva sei quesiti a risposta aperta; il concorso STEM una prova scritta a risposta multipla e una prova orale/pratica; il presente decreto prevede un inserimento immediato da GPS con una prova disciplinare finale; lo stesso decreto-legge 73/2021, al comma 9-bis dell’art. 59, prevede un ulteriore concorso straordinario con inserimento in un percorso abilitante, …). 

Per tali motivi, per tutto il personale scolastico (dirigente, docente, educativo ed ATA) è opportuno ripensare la costruzione e la modalità delle prove, viste le esperienze del concorso per DSGA e del concorso STEM, per lo più incentrati sulla verifica di nozioni generiche e astratte rispetto alla professionalità che gli aspiranti sarebbero stati chiamati a ricoprire nella quotidianità scolastica. 

Il CSPI invita quindi il Ministero dell’Istruzione ad avviare una riflessione sulla necessità di individuare un percorso di reclutamento omogeneo, univoco, che non sia basato sulle nozioni o su test e definire, quindi, in tempi brevi, un sistema ordinario che dia certezze di programmazione per la preparazione ai candidati, anche al fine di approdare a una riforma del reclutamento che metta al centro la formazione con percorsi strutturati abilitanti. 

Più nel dettaglio, il CSPI osserva che il meccanismo delle due fasi di valutazione, quella del Comitato di Valutazione della scuola e quella della Commissione esterna, può assumere profili problematici. In considerazione del fatto che DS e tutor hanno elementi concreti relativi al lavoro svolto sul campo, occorrerebbe valorizzare il ruolo del Comitato di Valutazione della scuola, almeno attribuendo al giudizio espresso dal Comitato stesso un peso significativo che sia il punto di partenza della valutazione di competenza della Commissione. 

Il CSPI ritiene che l’urgenza di avviare l’anno scolastico con tutti i docenti in cattedra, per consentire un inizio il più possibile ordinato della scuola in presenza nel permanere dell’emergenza da pandemia Covid-19, richieda di adottare misure straordinarie che siano rapide e semplificate. A tale proposito, a fronte di una procedura piuttosto gravosa, sarebbe stato opportuno individuare una forma alternativa alla doppia valutazione con procedure distinte e realizzare la conferma in ruolo da parte del dirigente scolastico, tenuto conto del parere del Comitato di Valutazione. 

Il CSPI, inoltre, ritiene che sarebbe opportuno all’art. 8 togliere i riferimenti ai programmi dei concorsi ordinari e inserire solo quelli relativi alle Indicazioni Nazionali con l’obiettivo di uniformare la prova che si sostiene dinanzi al Comitato di Valutazione con quella che si sostiene dinanzi alla Commissione esterna. Si rileva, inoltre, l’eccessiva gravosità delle procedure per le costituzione delle commissioni d’esame esterne, costituite da personale non retribuito. 

Il CSPI, infine – nel rilevare i persistenti oggettivi impedimenti al regolare svolgimento dei concorsi straordinari e ordinari per le scuole con lingua d’insegnamento slovena e bilingue sloveno-italiana nel Friuli Venezia Giulia (FVG), dovuti all’impossibilità di costituire le singole commissioni di concorso – suggerisce che le procedure previste all’art. 2 e all’art. 3 del presente decreto siano opportunamente adattate in occasione dell’emanazione delle consuete note operative per le immissioni in ruolo, previo accordo con l’USR FVG, al fine di garantire lo sblocco delle procedure di reclutamento per le scuole di cui sopra.

Qui sotto riportiamo il testo in PDF relativo al parere del CSPI sullo schema del Decreto del Ministero dell’Istruzione sulla procedura assunzionale straordinaria da prima fascia GPS.

PARERE CSPI SU SCHEMA DECRETO