Bonus 500 euro ai docenti precari: quali speranze?
Bonus 500 euro ai docenti precari: quali speranze?

Il bonus 500 euro relativo all’anno scolastico 2019/20, o carta del docente, andrà in scadenza il prossimo 31 agosto 2021. Le disponibilità annuali, infatti, scadono ogni 2 anni. Se non utilizzate, vengono azzerate. Il bonus 500 euro relativo all’anno scolastico 2020/21, quindi, si potrà spendere fino al 31 agosto 2022.

Cosa si può acquistare con il bonus 500 euro

La Carta del Docente consente di generare buoni acquisto utili alla formazione e all’aggiornamento dei docenti di ruolo. Il Bonus 500 euro si può utilizzare per tutti gli acquisti previsti per legge:

  • libri e testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;
  • hardware e software;
  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
  • iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge n. 107/2015.

Chi non lo utilizza correttamente, può essere sanzionato.

Carta docente solo per docenti di ruolo?

E’ prevista l’emissione di buoni con la carta docente solo per gli insegnanti assunti con contratto a tempo indeterminato. Ma ci sono pressioni affinché il bonus 500 euro venga assegnato pure ai precari.

Nello specifico, la Carta del Docente spetta ai docenti:
– giuridicamente di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale
– in periodo di formazione e prova;
– dichiarati inidonei per motivi di salute;
– in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati;
– nelle scuole all’estero e delle scuole militari.

AGENDA DEL DOCENTE SETTIMANALE 2021/22