Assunzioni straordinarie docenti da I fascia GPS: Avvisi USP aggiornati al 4 settembre
Assunzioni straordinarie docenti da I fascia GPS: Avvisi USP aggiornati al 4 settembre

Ieri lo start per presentare domanda di partecipazione per il conferimento delle supplenze e partecipare all’immissione in ruolo straordinaria da GPS. Gli aspiranti hanno tempo fino al 21 agosto per inoltrare la propria richiesta su Istanze Online. In base alle disposizioni del MI, giorno 13 conosceranno la disponibilità dei posti su cui poter effettuare la scelta delle sedi (150 le preferenze esprimibili). I docenti che aspirano al ruolo devono aver svolto 3 anni di servizio su posto comune. Vediamo come indicarli.

Assunzioni in ruolo da GPS

Il personale delle GAE e GPS I e II fascia può partecipare all’attribuzione delle supplenze annuali o fino al termine delle attività didattiche. Per il 2021/22 la legge 106/2021 prevede una procedura straordinaria di immissioni in ruolo per la I fascia delle GPS e relativi elenchi aggiuntivi: il contratto a tempo determinato può infatti tramutarsi in ruolo in seguito al superamento del percorso di formazione/prova finale e della prova disciplinare. Le assunzioni a tempo indeterminato riguardano sia i posti comuni che quelli di sostegno.

Requisiti per partecipare alle immissioni in ruolo da GPS

I docenti, inscritti nelle GPS I fascia o elenchi aggiuntivi, devono  aver svolto tre annualità di servizio su posto comune nelle scuole statali: i tre anni possono essere anche non consecutivi e devono essere svolti dal 2010/11 al 2020/21. Per i posti di sostegno non occorrono le suddette annualità, ma solo il titolo di specializzazione.

L’art. 11, comma 14 della legge 124/99 precisa cosa si intende per annualità di servizio: la prestazione svolta per almeno 180 giorni o dal 1° febbraio senza interruzione sino al termine degli scrutini. Per la scuola dell’infanzia si considera la fine delle attività didattiche.

Come indicare le tre annualità di servizio nella domanda

Occorre dichiarare i servizi nella sezione “Dichiarazione possesso requisiti di cui al D.L. 73/2021, art. 59 comma 4”. La sezione presenta due parti, “Titoli di servizio” e “Titoli di servizio caricati dall’utente”: nella prima si visualizzano i titoli già caricati nel sistema informativo con tutti i dati relativi. Nella seconda parte, gli aspiranti possono aggiungere eventuali altri anni di servizio.

La guida ministeriale precisa che solo gli aspiranti su posto comune devono inserire gli ulteriori titoli di servizio: questo esclusivamente nel caso in cui nella sezione Titoli di servizio non sono registrate tre annualità. Se il docente ha avuto un contratto dal 1° febbraio fino al termine degli scrutini, deve inserirlo puntualmente nella seconda sezione: ciò solo se tale servizio è necessario per raggiungere le tre annualità.