Bonus 500 euro ai docenti precari: quali speranze?
Bonus 500 euro ai docenti precari: quali speranze?

Carta del docente per l’anno scolastico 2021/22, il bonus 500 euro a beneficio dei docenti di ruolo per la formazione e l’aggiornamento è stato confermato dal Ministero dell’Istruzione.

La piattaforma sarà  temporaneamente sospesa dal 1° settembre per i consueti aggiornamenti relativi all’inizio dell’anno scolastico. È stato, infatti, pubblicato il seguente avviso: ‘A partire dal 1 settembre p.v. l’applicazione cartadeldocente sarà momentaneamente sospesa per la gestione del cambio dell’anno scolastico.
Si segnala che i portafogli dei docenti già registrati verranno momentaneamente disattivati e gli importi dei buoni prenotati e non spesi verranno annullati d’ufficio ed attribuiti come residuo relativo all’anno scolastico 2019/2020. Inoltre saranno bloccate le funzionalità di validazione dei buoni sia da applicazione che da web service.’

Anche ai docenti neo immessi in ruolo spetterà la Carta del Docente?

Bonus 500 euro, Carta del Docente 2021/22: chiarimenti

I docenti neo immessi in ruolo per l’anno scolastico 2021/22 potranno beneficiare della Carta del Docente mentre chi avrà la retrodazione giuridica al 1° settembre 2020, non potrà beneficiare del bonus 500 euro relativo all’anno scolastico 2020/21 ma solo quello riguardante l’anno in corso.

Le diverse casistiche

Un aspetto particolare è quello che riguarda i docenti che saranno assunti in via straordinaria dalla prima fascia delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze, secondo quanto stabilito dal decreto Sostegni Bis.

Giova ricordare che si tratta di un’assunzione a tempo determinato per il primo anno: poi, in caso di superamento dell’anno di formazione e della prova disciplinare finale, il contratto sarà trasformato a tempo indeterminato. In ogni caso, alla luce di quanto indicato dalla legge 107/2015, i docenti neo assunti dalle GPS non potranno beneficiare, almeno inizialmente, del bonus 500 euro. Come riporta ‘Orizzonte Scuola’, al momento il Ministero dell’Istruzione non è intervenuto a derogare tale normativa e non sappiamo se lo farà nelle prossime settimane.

Inoltre, i docenti assunti dal concorso straordinario che sottoscrivono un contratto con decorrenza giuridca dal 1° settembre 2020, non potranno beneficiare del bonus 500 euro relativo all’a.s. 2020/1: spetterà loro, comunque, il bonus per l’anno scolastico 2021/22.