medicina 2021 covid
Test ingresso 2021 e Covid

Medicina 2021: sarà possibile per gli studenti con il Covid sostenere comunque il test d’ingresso per provare ad accedere al corso di laurea? Ci sarà, forse, una prova suppletiva? Ecco cosa c’è da sapere.

Medicina 2021: cosa succede se si ha il Covid

È una domanda che ci siamo posti anche lo scorso anno: gli studenti che il 3 settembre dovessero risultare positivi al Covid avranno una seconda possibilità per sostenere il test di Medicina?

In realtà, proprio come accaduto a settembre 2020, anche se si è già sentito parlare di una possibile prova suppletiva, per quest’anno non è previsto alcun recupero.

Gli studenti che alla data del test d’ingresso dovessero avere il Covid dovranno, di fatto, far slittare i propri piani al 2022.

Ma non è tutto, perché quest’anno per prendere parte al test d’ingresso di Medicina e degli altri corsi di laurea ad accesso programmato bisognerà anche fornire il Green pass e un’autodichiarazione sul proprio stato di salute. Ecco cosa c’è da sapere.

I documenti per prendere parte ai test d’ingresso

A differenza di quanto accaduto nel 2020, quest’anno per prendere parte ai vari test d’ingresso all’università bisognerà anche fornire il Green pass e un’autodichiarazione a proposito del proprio stato di salute.

Vediamo, quindi, quali sono tutti i documenti richiesti:

  • documento di identità;
  • ricevuta di iscrizione al test tramite il portale Universitaly;
  • ricevuta del pagamento del bollettino;
  • Green pass;
  • autodichiarazione sul proprio stato di salute.

In particolare, per ottenere il Green pass sarà necessario aver effettuato la prima dose del vaccino da 15 giorni o aver completato l’intero ciclo vaccinale. In alternativa, bisognerà dimostrare di essere negativi a un tampone oppure di essere guariti dal Covid nei sei mesi precedenti la prova.