Nomine in ruolo GPS: polemiche dei sindacati, scorrimenti ed ulteriori nomine al 4 settembre
Nomine in ruolo GPS: polemiche dei sindacati, scorrimenti ed ulteriori nomine al 4 settembre

Per alcuni Uffici Scolastici Provinciali continua il conferimento delle nomine in ruolo da GPS I fascia ed elenchi aggiuntivi: la procedura ha subito dei rallentamenti a causa di vari segnalazioni di errori.

Non si ferma la procedura per le nomine in ruolo

La procedura per l’attribuzione delle nomine in ruolo come comunicato precedentemente ha subito un rallentamento dovuto ad un mal funzionamento dell’algoritmo: alcuni USP sono infatti ancora impegnati nella pubblicazione di ulteriori aggiunte e rettifiche dopo le tante segnalazioni ricevute, sia dai sindacati sia dai docenti interessati. Per le rinunce all’incarico annuale che si trasformerà in ruolo dopo il superamento del percorso di formazione e prova disciplinare finale, si rilevano ancora scorrimenti.

Stessa situazione per le supplenze al 31 agosto e 30 giugno per l’anno scolastico 2021/22: tanti gli errori evidenziati che costringono molti Uffici Scolastici Provinciali a rimaneggiare ancora le nomine ed a pubblicare nuovi avvisi e rettifiche.

Situazione quindi di caos ancora in molte province, nonostante gli impegni del Ministero dell’Istruzione di espletare entrambe le procedure in concomitanza dell’inizio dell’anno scolastico.

Polemiche dei sindacati

In queste ore i sindacati hanno mosso delle polemiche sulle criticità dell’algoritmo ministeriale: questo soprattutto alla luce del fatto che la richiesta di proroga dei termini di presentazione della domanda ad agosto è stata respinta.

Ad esempio, USB Scuola scagliandosi contro la procedura informatizzata del conferimento delle supplenze, chiede il ritorno delle convocazioni in presenza. Sottolinea la macchinosità del sistema di inserimento e compilazione dell’istanza di partecipazione che ha messo in difficoltà i candidati: facilissime le sviste e gli errori che implicano un danno considerevole per gli aspiranti docenti.

Il sindacato continua evidenziando che l’algoritmo non garantisce la trasparenza della procedura di conferimento sia delle nomine in ruolo che degli incarichi annuali: ciò implica la presentazione di un gran numero di reclami con cui gli USP dovranno fare i conti.

Integrazioni alle precedenti pubblicazioni

Di seguito si riportano le integrazioni rispetto alle precedenti aggiunte e rettifiche che si possono visualizzare a questo link. Per il quadro generale dei giorni scorsi si rimanda invece a questo link.

Si consiglia di consultare con costanza il sito ufficiale dell’USP a cui si è inoltrata domanda e la casella di posta elettronica indicata nell’istanza presentata.

Abruzzo

Teramo scorrimento 2 settembre

Marche

Ascoli Piceno ulteriore nomina

Toscana

Lucca scorrimento 

Veneto 

Treviso scorrimento 3 settembre