Green pass, Italia Viva: 'Sistema controlli anche per scuole paritarie'
Green pass, Italia Viva: 'Sistema controlli anche per scuole paritarie'

Il Personale ATA dice no ai controlli sul Green Pass – Quello che arriva da Feder ATA è un secco No al controllo del possesso del Green Pass da parte del personale scolastico. Lo scrive nero su bianco Giuseppe Mancuso, il Presidente Nazionale di Feder ATA, uno dei principali sindacati di categoria.

No al controllo del Green Pass da parte del personale ATA

Il leader di Feder ATA si rivolge direttamente al ministro Bianchi chiedendo che i lavoratori ATA “non possano e non debbano essere delegati dai Dirigenti Scolastici alla verifica manuale in ingresso del green pass, sia degli operatori scolastici che degli utenti entranti nelle istituzioni scolastiche“.

Ecco dunque il contenuto integrale della missiva inviata da Feder ATA al Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi a proposito della questione Green Pass a scuola.

Prot. 251 del 02/09/2021

Al Ministro Prof. Patrizio Bianchi
Ministero dell’istruzione

Oggetto: Richiesta Sindacale Ufficiale

La scrivente OO.SS.,

Segnala e richiede ufficialmente con questa missiva alla S.V. Gentile Ministro Bianchi, che in questi primi giorni di avvio di anno scolastico 2021/22, non possano e non debbano essere delegati dai Dirigenti Scolastici i lavoratori ATA alla verifica manuale in ingresso del green pass, sia degli operatori scolastici che degli utenti entranti nelle istituzioni scolastiche.

Signor Ministro Bianchi, come di Sua conoscenza, il personale ATA, è sotto organico in modo rilevante, soprattutto in questa fase preliminare, dove le scuole hanno urgenza di coprire i posti di lavoro non volutamente occupati con le assunzioni in ruolo dal Suo governo, con le convocazioni dalla terza fascia di istituto, assunzioni che non hanno soddisfatto in alcun modo la reale esigenza scolastica, come da FEDER.ATA più volte richiesto.

Come può ben comprendere, le scuole sono in grande difficoltà e il personale ATA, già gravato da mille incombenze lavorative, non può avere questo compito gravoso e di elevata responsabilità, motivo per cui Le chiediamo di intervenire sin da subito a loro tutela, evidenza che fin qui da parte del Suo dicastero è sempre mancata.

Certi di una Sua presa di coscienza della problematica in essere, restiamo a completa disposizione ad ogni chiarimento e confronto tra le parti, che possa risolvere definitivamente questa situazione incresciosa a discapito dei lavoratori ATA.

Distinti Saluti

Il Presidente Nazionale, Dottor Giuseppe Mancuso