Scuola al via oggi a Bolzano, Bianchi: 'Pronti, in ogni condizione'
Scuola al via oggi a Bolzano, Bianchi: 'Pronti, in ogni condizione'

Primo giorno di scuola oggi, lunedì 6 settembre 2021, per 90mila studentesse e studenti della provincia autonoma di Bolzano. Si tratta del primo test per quanto riguarda l’auspicato ritorno in classe in presenza e in sicurezza, ‘predicato’ dal governo e dal ministro Bianchi per tutta l’estate. Da oggi, quindi, vedremo se e quanto funzioneranno le nuove regole per la riapertura delle scuole, soprattutto quella riguardante l’obbligo del Green Pass per il personale scolastico. 

Primo giorno di scuola a Bolzano, Bianchi assicura: ‘Siamo pronti, in ogni condizione’

Per quanto riguarda la procedura di controllo della certificazione verde per docenti e personale ATA, si temono lunghe file al mattino, almeno fin quando non partirà la procedura informatizzata con la nuova piattaforma promessa dal Ministero (sempre che funzioni a dovere e non finisca per generare altri problemi).

Bianchi: ‘Governo determinato, useremo tutti gli strumenti’

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha parlato a SkyTG24: ‘Come ha detto il presidente del Consiglio siamo pronti, in ogni condizione. Credo sia necessario fare appello alla maturità dei ragazzi, che più di tutti gli altri hanno risposto al nostro appello a vaccinarsi. Laddove vi fossero dei rischi – ha spiegato il numero uno di Viale Trastevere – useremo tutti gli strumenti. 

In tutto questo, il governo è determinato perché la sicurezza dei ragazzi è la sicurezza del nostro Paese, unica condizione per un rilancio vero e per tornare a vivere in una nuova normalità. Il governo responsabilmente userà tutti gli strumenti, ragioneremo, faremo tutte le verifiche.’

Resta ancora da definire la questione riguardante il non far indossare le mascherine nelle classi dove tutti saranno vaccinati. 

Niente mascherina in classe dove sono tutti vaccinati?

Bianchi ha precisato che la materia dovrà essere regolamentata attentamente ‘da linee guida che noi stiamo scrivendo, con il ministro della Salute e con il Garante della privacy. Tuteleremo la privacy di tutti e tuteleremo i più fragili’.