Obbligo Green Pass: via libera dal CdM per personale scolastico, università e Rsa
Obbligo Green Pass: via libera dal CdM per personale scolastico, università e Rsa

Via libera del Consiglio dei ministri all’estensione dell’obbligo Green Pass per il personale scolastico, dell’università e di quello delle Rsa. 

La Lega esulta dichiarando che il Governo ha ascoltato le loro richieste soprattutto per il prezzo simbolico dei tamponi per i minorenni e famiglie meno abbienti, l’estensione della validità a 72 ore per i tamponi molecolari e tanto altro ancora.

Il Consiglio dei Ministri da il via libera all’obbligo del Green Pass per il personale scolastico, le università e le Rsa

Subito dopo il via libera in CdM l’aula della Camera ha approvato il provvedimento relativo al rinvio delle cartelle esattoriali (provvedimento voluto fortemente da Matteo Salvini).

La misura voluta dal Governo passa con un ampio e trasversale consenso: i voti a favore sono stati 326, i voti contrari 7 e gli astenuti 9 (quasi sicuramente i deputati di Leu).

Il provvedimento circa l’obbligo Green Pass è stato approvato durante i lavori del Consiglio dei ministri. Esso ha esteso la misura anche al personale che accede nelle scuole e nelle università.

Parliamo del personale esterno, ovvero per i lavoratori delle mense e delle imprese di pulizia e i dipendenti delle mense, nonché agli addetti alle pulizie negli ospedali e nelle Rsa.

L’approvazione in CdM dell’importante misura di prevenzione è stata possibile anche grazie alla mediazione tra Salvini e Draghi avvenuta in sordina durante questi giorni.

Ecco cosa ha ottenuto in cambio la Lega

Così la Lega ha anche ottenuto alcune garanzie da parte del Premier per la risoluzione futura di ‘problemi ben più reali e concreti”.

Nello specifico: ‘milioni di euro per tamponi a prezzo simbolico per i minorenni e le famiglie in difficoltà, l’estensione della validità a 72 ore del tampone molecolare, il riconoscimento del tampone salivare rapido, il risarcimento per eventuali danni da vaccino, l’esclusione di obblighi estesi e generalizzati, ad esempio per l’utilizzo dei mezzi pubblici“.