Supplenze docenti al 31 agosto e al 30 giugno, bollettini con esiti provinciali e rettifiche: avvisi USP (Aggiornamento 11 settembre).
Supplenze docenti al 31 agosto e al 30 giugno, bollettini con esiti provinciali e rettifiche: avvisi USP (Aggiornamento 11 settembre).

Supplenze docenti al 31 agosto e 30 giugno, anno scolastico 2021/22: gli Uffici Scolastici stanno pubblicando gli esiti riguardanti l’attribuzione degli incarichi di supplenza: come noto, diversi USP sono stati costretti a ripubblicare i bollettini a seguito di errori commessi dal sistema.

Supplenze docenti 2021/22 al 31 agosto e al 30 giugno, avvisi USP con esiti e rettifiche: aggiornamento 11 settembre

La circolare annuale sulle supplenze pubblicata dal Ministero dell’Istruzione (N. 25089 del 6 agosto) contiene tutte le disposizioni riguardanti il conferimento degli incarichi.

Terminate le procedure di cui all’art. 59, comma 4, del D.L. 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021 n. 106, il conferimento degli incarichi a tempo determinato per l’anno scolastico 2021/22 sarà disposto secondo le seguenti tipologie:

a) supplenze annuali per la copertura delle cattedre e posti d’insegnamento, su posto comune o di sostegno, vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre e che rimangano presumibilmente tali per tutto l’anno scolastico, da assegnare con termine al 31 agosto;
b) supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche per la copertura di cattedre e posti d’insegnamento, su posto comune o di sostegno, non vacanti ma di fatto disponibili, resisi tali entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico e per le ore di insegnamento che non concorrano a costituire cattedre o posti orario, il cui termine coincide con il giorno annualmente indicato dal relativo calendario scolastico quale termine delle attività didattiche;
c) supplenze temporanee per ogni altra necessità diversa dai casi precedenti, con termine all’ultimo giorno di effettiva permanenza delle esigenze di servizio.

Per l’attribuzione delle supplenze annuali e delle supplenze temporanee fino al termine delle attività didattiche di cui alle lettere a) e b), da parte del sistema informativo, sono utilizzate le graduatorie ad esaurimento (di seguito GAE). In caso di esaurimento o incapienza delle stesse, con le medesime modalità di cui al periodo precedente, si procede allo scorrimento delle graduatorie provinciali per supplenze (di seguito GPS), costituite in attuazione dell’OM 10 luglio 2020, n. 60.

In caso di esaurimento o incapienza delle GPS, i dirigenti scolastici provvedono a utilizzare le graduatorie di istituto di cui all’articolo 11 dell’O.M. 60/2020. Per le supplenze temporanee di cui alla lettera c), si utilizzano le Graduatorie di Istituto.

L’individuazione del destinatario della supplenza è operata dal dirigente dell’amministrazione scolastica territorialmente competente nel caso di utilizzazione delle GAE e delle GPS e dal dirigente scolastico nel caso di utilizzazione delle graduatorie di istituto. Relativamente alle supplenze di cui alle lettere a) e b), l’assegnazione di una delle sedi indicate nella domanda comporta l’accettazione della stessa.

La mancata presentazione dell’istanza comporta la rinuncia alla partecipazione alla procedura.
La mancata indicazione di talune sedi è altresì intesa quale rinuncia per le sedi non espresse e la rinuncia all’incarico preclude il rifacimento delle operazioni anche per altra classe di concorso o tipologia di posto.

L’ufficio scolastico propone i contratti che sono pubblicati sui bollettini: sarà cura, poi, dei dirigenti scolastici provvedere al controllo dei punteggi riguardanti i titoli dichiarati.

Ricordiamo che la mancata presa di servizio equivale ad una rinuncia e pertanto implica la perdita della possibilità di ottenere l’incarico di supplenza.

Avvisi USP su esiti e rettifiche attribuzioni supplenze al 31 agosto e al 30 giugno: aggiornamento dell’11 settembre

Piemonte

Biella  – avviso del 2 settembre e nomine 3 settembre

Novara

Alessandria

Asti

Vercelli

Torino

Cuneo

Verbano Cusio Ossolaripubblicazionerettifiche 9 settembre

Lombardia

 Varese – 8 settembre

Lecco – 9 settembre 

Sondrio9 settembre

Monza e Brianza

Lodi

Cremona

Bergamoripubblicazione 7 settembre

Mantovarettifica

Como

Paviarettifica

Bresciarettifica 8 settembre – rettifica 9 settembre

Milano

Veneto

Vicenza

Rovigo

Treviso

Padova

Veneziaintegrazione

Belluno

Verona

Friuli Venezia Giulia

Pordenone

Udine

Liguria

La Spezia

Imperia

Genova

Emilia Romagna

Ferrara

Ravenna

Rimini

Bologna – seconda pubblicazionerettifica

Piacenza

Forlì Cesena

Parma

Modena e seconda pubblicazione 

Reggio Emilia

Marche

Anconascorrimento 10 settembre

Pesaro Urbinoripubblicazione 6 settembreripubblicazione 8 settembre

Ascoli Piceno – ADMM e ADSS incrociaterettifica 8 settembre

Toscana

Arezzo –  definitiva 8 settembre

Pistoiaaggiornamento elenchi

Prato

Firenze

Grosseto

Livorno

Pisa

Pistoiaaggiornamento elenchi

Sienarettifica 9 settembre

Massa Carrara

Umbria

Terni e rettifica del 3 settembre

Perugia

Lazio

Viterbo e nuove nomine del 2 settembre

Latina e ripubblicazione 2 settembre e ripubblicazione 3 settembre

Frosinone ripubblicazione 3 settembre

Rieti

Roma

Abruzzo

Teramo

Pescara

Chieti e ripubblicazione 7 settembre

L’Aquila

Molise

Isernia

Campobassoripubblicazione

Campania

Salerno

Beneventoripubblicazione – rettifica A017

Avellino avviso annullamentoPubblicazione 9 settembre

Caserta

Napoli

Puglia

Tarantorettifiche 9 settembre

Foggiarettifiche 8 settembrerettifiche 9 settembre

Brindisi

Leccerettifiche 8 settembre

Bari – Avviso annullamentoBari 8 settembre

Basilicata

Materadecreto annullamento

Potenza

Calabria

Crotonerettifica 10 settembre

Vibo Valentiarettifiche 10 settembre

Catanzaro

Cosenza 

Reggio Calabria

Sicilia

Trapani

Siracusa

Ragusa

Palermo

Messina

Catania

Caltanissetta ed Ennarettifiche 10 settembre

Agrigento

Sardegna

Oristanorettifica 7 settembre

Nuoro – rettifica 9 settembre – rettifica 10 settembre

Sassari

Ricordiamo che, in ogni caso, è sempre meglio monitorare il sito dell’USP di riferimento. Gli esiti saranno aggiornati a mano a mano che saranno pubblicati i bollettini.