Personale Ata
ATA, graduatorie e supplenze

Come avviene la convocazione per le supplenze del Personale ATA? Le supplenze vengono prima effettuate dalla I e II fascia, per poi passare alla terza fascia quando le prime due sono esaurite. Dopo che il sistema informatico ha individuato gli aspiranti candidati, viene loro inviato un messaggio di posta elettronica con avviso di ricevimento. Il messaggio sarà recapitato all’indirizzo indicato al momento della domanda (posta certificata o posta elettronica tradizionale) e dovrà contenere tutti i dettagli della supplenza.

Convocazione per supplenze ATA 2021: contenuto

La comunicazione inviata come convocazione per le supplenze ATA 2021, generalmente inizia sempre con la stessa formula: “Gentile candidato, si è resa disponibile presso la nostra scuola (…) una supplenza con le seguenti caratteristiche”. Deve sempre contenere tutti i dati essenziali:

  • data di inizio e di fine,
  • l’istituto,
  • il plesso presso il quale eventualmente si assume servizio,
  • l’orario di servizio,
  • in casi di part time, i giorni nei quali si presterà servizio.

Nei casi in cui per qualunque motivo l’utilizzazione della piattaforma possa risultare non praticabile le scuole provvederanno alle convocazioni utilizzando altre procedure (fonogramma/telegramma).

Come rispondere a una proposta di supplenza?

Come si risponde alla convocazione per una supplenza? E’ sufficiente rispondere alla stessa mail, dando la propria disponibilità. E’ consigliabile indicare anche il proprio recapito telefonico aggiornato. Dar la disponibilità, non significa aver accettato. Sarà possibile decidere successivamente, al momento in cui si viene scelti, così da poter valutare anche eventuali proposte più interessanti in altri istituti.

Quando la scuola decide di assegnare la supplenza al candidato, lo chiama per chiedere la formale accettazione (che può prevedere anche una delega). In caso di convocazione multipla, va specificato l’ordine con il quale si intende accettare le proposte.

Il rifiuto si esprime semplicemente non rispondendo alla mail, e non comporta alcun effetto.

In alcune province si è già pronti per le convocazioni da III fascia.