pensioni Quota 100
Pensioni, qual è il bilancio di Quota 100

Riforma pensioni: quanto è costata finora Quota 100? Ecco i dati raccolti dall’Inps ed il bilancio a pochi mesi dalla scadenza. Cosa c’è da sapere.

Pensioni, Quota 100: chi sono i beneficiari

In occasione dell’avvicinarsi della sua naturale scadenza, l’Inps ha recentemente raccolto una serie di nuovi dati relativi a Quota 100. La misura di anticipo pensionistico introdotta in via sperimentale nel 2019.

In particolare, sarebbe emerso che ad usufruire nel corso del triennio dell’anticipo sulla pensione sono stati principalmente gli uomini. Anche se nel settore pubblico si riscontrano numeri superiori fra le donne (58.870 contro 48.367). 

Al contrario, nel settore privato sono finora usciti 131.927 lavoratori e 34.355 lavoratrici; mentre tra gli autonomi si contano 56.251 uomini contro 11.348 donne.

Ad ogni modo, è comunque possibile affermare che nel complesso Quota 100 ha avuto una maggiore presa nel pubblico impiego. Infatti, delle 341 mila richieste totali l’Istituto previdenziale ha accolto ben 107.237 domande provenienti proprio dai cosiddetti lavoratori statali.

Quanto è costato l’anticipo pensionistico

Il recente rapporto Inps ha inoltre evidenziato quali sono stati fino ad oggi i costi connessi al mantenimento di Quota 100.

A tal proposito, è di fatto emerso che sono stati spesi:

  • più di 4 miliardi per i cosiddetti statali, con assegni lordi medi annuali di 28.064 euro;
  • circa 5,9 miliardi per i lavoratori privati, con trattamenti medi annui di 27.237 euro;
  • 1,66 miliardi per gli autonomi con una pensione media annua di 17.983 euro.

Ad ogni modo, a dispetto dei dati sopra riportati, come è stato più volte evidenziato Quota 100 nel complesso ha avuto un appeal nettamente inferiore rispetto alle aspettative iniziali.